• Sport
  • venerdì 6 Settembre 2013

Italia – Bulgaria di stasera

È la partita più importante del girone di qualificazione dei mondiali, l'Italia ci arriva in vantaggio e con Buffon vicino a un record storico

Italia-Bulgaria, partita di qualificazione ai mondiali del 2014 in Brasile, si giocherà venerdì 6 settembre alle 20.45, allo stadio “Renzo Barbera” di Palermo.

Le due squadre fanno parte del girone B europeo di qualificazione, con l’Italia che si trova al primo posto con 14 punti e la Bulgaria seconda a 10 punti. Entrambe non hanno finora mai perso una partita in questa fase di qualificazione (oltre a quella di stasera, mancano altre tre partite di qualificazione per ciascuna squadra). Le nazionali che in queste qualificazioni non hanno perso neppure una partita sono altre sei, oltre Italia e Bulgaria: Germania, Svizzera, Bosnia-Erzegovina, Inghilterra, Spagna e Olanda, l’unica ad averle vinte tutte. Dal sito della FIFA:

classifica-girone-B

Nella partita di andata, l’8 settembre 2012 a Sofia, l’Italia pareggiò 2-2 con due gol di Osvaldo. Martedì 10 settembre ci sarà già un nuovo turno di partite di qualificazione e l’Italia giocherà contro la Repubblica Ceca, mentre la Bulgaria contro Malta, un avversario decisamente più facile. Un buon risultato dell’Italia questa sera è quindi molto importante per mantenere il primo posto nel girone con cui ci si qualifica ai mondiali (la seconda andrà con altre sette squadre ai playoff, dai quali usciranno quattro altre qualificate), ma questo sarà garantito anche da un pareggio, almeno fino a dopo il prossimo turno.

Questa sera l’Italia giocherà senza tre giocatori importanti, che sono stati squalificati: Mario Balotelli, Pablo Osvaldo e Riccardo Montolivo. Tornerà però il centrocampista Thiago Motta. Se ci sarà questa sera, come previsto, il portiere Gianluigi Buffon raggiungerà 135 presenze in nazionale e martedì prossimo contro la Repubblica Ceca potrà eguagliare il record assoluto di presenze, che ora è del difensore Fabio Cannavaro con 136 partite. Buffon ha debuttato in nazionale nel 1997.

La Bulgaria
La Bulgaria si presenterà questa sera in condizioni fisiche probabilmente migliori della nazionale italiana, come ha riconosciuto anche l’allenatore italiano Prandelli: il campionato bulgaro – da cui vengono diversi suoi giocatori – è già arrivato alla settima giornata. L’allenatore è Ljuboslav Penev, 47 anni, un ex attaccante che in carriera ha giocato in diverse squadre spagnole e nella nazionale bulgara che arrivò alle semifinali ai mondiali di USA 1994, perdendo poi con l’Italia.

Nelle partite di qualificazione prima della pausa estiva, la Bulgaria è rimasta imbattuta ma ha mostrato qualche calo di rendimento, e in totale ha pareggiato quattro partite su sei. Poi nelle ultime tre partite amichevoli ha perso 2-0 contro la Macedonia il 14 agosto, ma aveva vinto le due partite precedenti contro il Kazakistan (2-1, il 4 giugno) e contro il Giappone (2-0, il 30 maggio).

La Bulgaria non ha più il suo giocatore migliore degli anni recenti e il detentore del record assoluto di reti in nazionale, l’attaccante Dimitar Berbatov, ma mantiene alcuni giocatori di grande esperienza come il centrocampista 34enne Martin Petrov, dell’Espanyol. Oltre a loro ci sono diversi giovani interessanti: l’attaccante Ivelin Popov, della squadra turca del Gaziantepspor, il centrale Ivan Ivanov della squadra russa Alania Vladikavkaz e l’ala Spas Delev del CSKA Sofia (in Bulgaria). In porta ci sarà probabilmente Nikolay Mihaylov, 25 anni, che gioca nel Verona nella Serie A italiana.

Gli appassionati di calcio si ricordano gli anni migliori della nazionale bulgara, alla metà degli anni Novanta. Dopo la caduta dell’Unione Sovietica diversi giocatori poterono fare esperienza all’estero e alle partite di qualificazione per i mondiali del 1994 la Bulgaria si fece notare per una vittoria decisiva per 2-1 sulla Francia. Ai mondiali la squadra – molto giovane, il cui giocatore più celebre era Hristo Stoichkov del Barcellona – arrivò in semifinale, un record assoluto per una nazionale che fino a quella edizione non aveva mai vinto una partita di Coppa del mondo, dove fu battuta 2-1 dall’Italia che avrebbe poi perso la finale contro il Brasile ai rigori. Ma agli Europei del 1996 la Bulgaria venne eliminata al primo turno (perse 3-1 proprio contro la Francia) e il suo breve periodo di gloria finì.

Italia-Bulgaria sarà trasmessa da Rai1 e RaiHD in televisione, e sui siti e le applicazioni Rai in streaming, dalle 20,30.

Foto: Cesare Prandelli durante un allenamento allo stadio “Barbera” di Palermo, 5 settembre 2013.
(Claudio Villa/Getty Images)