La «legge stupida» secondo Mario Balotelli

L’attaccante del Milan Mario Balotelli è stato intervistato da Sports Illustrated, una delle riviste sportive più famose e importanti del mondo, e ha parlato anche della legge sulla cittadinanza in vigore in Italia. In virtù di questa legge Mario Balotellli – che è nato in Italia da genitori ghanesi, è stato dato in affidamento a genitori italiani e ha sempre vissuto in Italia – è diventato italiano solo dopo aver compiuto 18 anni. Prima aveva il passaporto ghanese, sebbene non avesse mai messo piede in Africa.

«È una legge stupida. Ho passato 18 anni in Italia e non ero ancora italiano. Per questo motivo spero che tutti i ragazzi come me che vivono questa situazione diventino italiani prima di quando lo sono diventato io»

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.