Il flash mob contro la legge sull’omofobia – foto

L'ha organizzato davanti alla Camera un'associazione "a difesa della persona e della famiglia"

Oggi, venerdì 26 luglio, l’associazione “UominiDonneBambini” ha organizzato un flash mob davanti alla Camera per contestare la legge contro l’omofobia, che lunedì 22 luglio è stata approvata dalla commissione Giustizia e di cui è cominciata oggi la discussione in aula. «Siamo contro la violenza e siamo a favore della libertà di espressione. Non vogliamo andare in galera se diciamo apertamente che un figlio deve avere un padre e una madre», ha detto uno dei partecipanti alla manifestazione, che si sono presentati davanti alla Camera imbavagliati e hanno mostrato diversi striscioni di critica alla legge. UominiDonneBambini è un movimento che raduna persone che ritengono che «la persona e la famiglia sono il punto di partenza dei diritti» e che siano valori che al giorno d’oggi vengono «messi in discussione con strumenti lesivi della libertà di espressione e di pensiero».