• Sport
  • sabato 29 Giugno 2013

I numeri del Tour de France

Oggi inizia la centesima edizione della più importante corsa a tappe del ciclismo: qualche cifra che ne racconta la storia

Sabato 29 giugno si correrà la prima tappa della centesima edizione del Tour de France, la più importante e prestigiosa corsa di ciclismo a tappe (celebrata oggi da Google, nella sua versione francese, con un doodle). La partenza è da Porto Vecchio, sull’isola della Corsica, dove il Tour non era mai passato, e si arriverà a Parigi il 21 luglio. Nonostante le ultime edizioni siano state segnate da squalifiche, titoli revocati e dalla vicenda di Lance Armstrong – il corridore statunitense accusato di essere stato al centro del “più sofisticato sistema di doping mai realizzato”, a cui sono state revocate sette vittorie – il Tour de France rimane la corsa di ciclismo più seguita. Alla centesima edizione parteciperanno 22 squadre e 198 corridori.

100 – Le edizioni del Tour de France, da non confondere con gli anni che sono passati dalla prima edizione, che si svolse nel 1903. Durante la Prima guerra mondiale il Tour de France venne interrotto per quattro edizioni, dal 1915 al 1918, mentre a causa della Seconda guerra mondiale venne interrotto per sette edizioni, dal 1940 al 1946. Durante l’occupazione nazista i generali tedeschi chiesero ai vecchi organizzatori del Tour de France di allestire una corsa di ciclismo, ma Jacques Goddet – proprietario del giornale L’Auto e principale organizzatore del Tour de France – si oppose all’idea, negando anche il permesso di utilizzarne il nome. Una corsa di ciclismo venne comunque organizzata nel 1937 dal giornale collaborazionista La France e un’altra corsa, chiamata Circuit de France, venne disputata nel 1942.

5.745 – I chilometri percorsi dai corridori nel più lungo Tour de France organizzato fino a oggi, quello del 1926, nella ventesima edizione. La corsa si svolse in diciassette tappe e fu vinta dal belga Lucien Buysse. I chilometri che percorreranno i corridori nell’edizione di quest’anno sono invece 3.404, divisi in ventuno tappe.

8 – I secondi di vantaggio che diedero la vittoria allo statunitense Greg LeMond nel 1989, nella 76esima edizione. Si tratta del distacco più breve nella storia del Tour de France: in quel caso arrivò secondo arrivò il francese Laurent Fignon.

34 – Il record di vittorie di tappa al Tour de France, che appartiene al ciclista belga Eddie Merckx, che tra l’altro ha vinto il Tour de France per cinque volte. Il corridore con il maggior numero di vittorie ancora in attività – che parteciperà anche all’edizione di quest’anno – è il velocista britannico Mark Cavendish, con 23 vittorie.

9 – Il numero di vittorie al Tour de France di corridori italiani. La prima fu quella di Ottavio Bottecchia nel 1924, che vinse anche la corsa dell’anno successivo. Ci furono in seguito altre due “doppiette”, quella di Gino Bartali che vinse nel 1938 e nel 1948 e quella di Fausto Coppi, che vinse nel 1949 e nel 1952. Seguirono poi la vittoria di Gustavo Nencini nel 1960, quella di Felice Gimondi del 1965 e quella di Marco Pantani nel 1998.

4 – Il numero di corridori ad aver vinto più edizioni del Tour de France (cinque) a pari merito: i francesi Jacques Anquetil e Bernard Hinault, il belga Eddy Merckx e lo spagnolo Miguel Indurain. Prima che gli fossero revocati dall’Unione Ciclistica Internazionale (UCI), il record del numero di vittorie apparteneva allo statunitense Lance Armstrong, che dal 2000 al 2006 vinse sette Tour de France consecutivamente.

3 – Il numero dei ciclisti favoriti della centesima edizione. Dopo la vittoria di Bradley Wiggins dell’anno scorso – la prima di un britannico nella storia del Tour de France – a giocarsi la vittoria ci sarà Chris Froome, arrivato secondo l’anno scorso dietro al proprio compagno di squadra. Il corridore britannico di origine kenyana potrà inoltre avvantaggiarsi dell’aiuto della squadra probabilmente più forte del Tour, il Team Sky: a giugno ha vinto il Giro del Delfinato, una delle corse di preparazione al Tour de France.

Anche se non ha dimostrato di essere al meglio della forma, bisogna comunque considerare tra i favoriti lo spagnolo Alberto Contador, vincitore di tre Tour de France, anche se il titolo del 2010 gli è stato revocato dopo la squalifica per doping. Quel titolo venne successivamente riassegnato al lussemburghese Andy Schleck, anche lui tra i favoriti di questa edizione, penalizzato l’anno scorso a causa di un infortunio.

12.000 – I franchi che si aggiudicò il francese Maurice Garin, il vincitore della prima edizione. Il primo Tour de France si svolse nel 1903. Inizialmente doveva disputarsi dal 31 maggio al 5 luglio: era composto soltanto da cinque tappe, da Parigi a Parigi, passando per Lione, Marsiglia, Tolosa, Bordeaux e Nantes. Le tappe iniziavano durante la notte e terminavano il pomeriggio successivo, con alcuni giorni di riposo tra una e l’altra. A causa della difficoltà del percorso e dei costi eccessivi per iscriversi, gli organizzatori fecero alcune modifiche: la corsa partì il primo luglio, davanti al Café Reveil-Matin nel villaggio di Montgeron, e si concluse il 19 luglio, a Parigi. Inoltre, il costo dell’iscrizione passò da 20 a 10 franchi e il premio per la vittoria fu di 12 mila franchi, una cifra pari a circa sei volte quello che la maggior parte dei lavoratori guadagnavano in Francia in un anno.

Foto: Bryn Lennon/Getty Images