Le foto di James Gandolfini

È morto a Roma a 51 anni, aveva interpretato il protagonista di una delle serie tv più famose e apprezzate di sempre, I Soprano

Mercoledì 19 giugno è morto in un hotel a Roma James Gandolfini, attore statunitense noto soprattutto per aver interpretato Tony Soprano, il boss della mafia italoamericana protagonista dell’acclamata serie tv I Soprano. Gandolfini aveva 51 anni, si trovava in vacanza in Italia con la sua famiglia e in settimana avrebbe partecipato al Taormina Film Festival. Le cause della morte non sono ancora certe, ma un portavoce della HBO – l’emittente televisiva americana che ha prodotto I Soprano – ha detto che si è trattato probabilmente di un infarto. Gandolfini era sposato, aveva una figlia di otto mesi e un figlio di 13 anni da un precedente matrimonio.

James Gandolfini era nato a Westwood, in New Jersey, il 18 settembre del 1961. Suo padre era un immigrato italiano che aveva fatto molti lavori, dal bidello al muratore, mentre la madre Santa lavorava come cuoca. Dopo essersi laureato in Scienze della comunicazione – soprattutto per far contenta la madre – fece svariati lavori, dal cameriere al gestore di discoteche. Iniziò a recitare a 25 anni, quando un amico lo invitò a un corso di recitazione. La sua prima apparizione in un film fu nel 1987, nella commedia horror Shock! Shock! Shock!, e dalla metà degli anni Novanta si specializzò nell’interpretare ruoli di gangster, da Una vita al massimo a Il giurato. Era un attore caratterista, ma divenne famoso internazionalmente con I Soprano, la serie tv creata da David Chase e andata in onda per sei stagioni dal 1999 al 2007, considerata da molti come una delle migliori serie tv di tutti i tempi: è al primo posto della recente classifica delle serie tv meglio scritte secondo gli sceneggiatori statunitensi.

Gandolfini interpretava il protagonista, un boss della mafia italoamericana del New Jersey che cercava di conciliare la vita familiare con l’attività criminale e i rapporti con le altre cosche, e che soffriva attacchi di panico, prendeva il Prozac e andava dallo psichiatra. Per la sua interpretazione ha vinto tre Emmy. In un’intervista a Newsweek del 2001, Gandolfini ha raccontato il provino per ottenere la parte: «Ho pensato che era una sceneggiatura fantastica. Ho pensato che ce la potevo fare, ma anche che avrebbero scelto qualcuno un po’ più raffinato, diciamo così. Qualcuno di più attraente».

Tony Soprano va dalla psicologa, un momento del pilot

Tony Soprano con la madre, un momento del pilot

Pur essendo famoso soprattutto per il ruolo di Tony Soprano, Gandolfini ha recitato in molti altri film, da Il Castello con Robert Redford, The Mexican con Brad Pitt e Julia Roberts, Zero Dark Thirty – dove interpreta il direttore della CIA – e Cogan – Killing Them Softly.