8 cose su Quentin Tarantino

La lista dei suoi film preferiti, la volta che è stato in prigione e un po' di altre storie su uno dei più apprezzati registi in circolazione, per i suoi 50 anni

Oggi compie cinquant’anni Quentin Tarantino, uno dei registi più importanti, conosciuti e apprezzati degli ultimi vent’anni. Tutti i suoi film sono stati grandi successi di critica e di pubblico, e hanno generato un culto tale da rendere complicato trovare qualcosa su di lui che i più non sappiano: il passato, gli interessi, i gusti e le ossessioni di Tarantino sono rivelate completamente attraverso i suoi film, dalla sua incredibile conoscenza della storia del cinema e della musica al suo amore per la cultura pop, dai giochetti stilistici con la macchina da presa (inquadrature dal basso, lunghissimi piani sequenza) al feticismo per i cereali, le armi e i piedi delle sue attrici. Di seguito una lista di fatti e aneddoti che i fan di sicuro conoscono già: magari non tutte, magari non tutti. Chi vuole, approfitti dei commenti per aggiungere le sue.

1. Sua madre lo ebbe a 16 anni
Quentin Tarantino è nato a Knoxville, nel Tennessee. Sua madre, Connie McHugh, un’infermiera di origini irlandesi, aveva sedici anni quando partorì. Il padre naturale invece, Tony Tarantino, era un attore e musicista dilettante dal Queens: Tarantino non l’ha mai conosciuto perché lasciò sua madre prima che lui nascesse. Due anni dopo la nascita Connie sposò il musicista Curt Zastoupil, che divenne il padre adottivo di Quentin Tarantino, col quale strinse un forte legame; fu proprio lui, infatti, a portarlo al cinema a vedere “l’unico film” che lo ha fatto spaventare in vita sua: Bambi.

2. Il suo primo film
Dopo aver lasciato la scuola a 16 anni e aver trovato lavoro come commesso in una videoteca di Los Angeles, Tarantino esordì nel 1987 con il cortometraggio da lui stesso interpretato “My Best Friend’s Birthday”. Il corto, in bianco e nero, fu scritto insieme a Craig Hamann, protagonista insieme a Tarantino e suo collega di lavoro.

3. Ha fatto più film come attore che come regista
Quentin Tarantino ha attualmente su IMDB più riferimenti come attore che come sceneggiatore, produttore o regista. Precisamente ha 31 riferimenti come attore, a partire dalla sua interpretazione di Elvis nella serie Cuori senza età nel 1988 fino ad un piccolo cameo in Nation’s Pride, il film immaginario di propaganda nazista in bianco e nero che appare in Bastardi senza Gloria.

4. È stato in prigione
Tarantino ha trascorso 10 giorni nel carcere di Los Angeles per non aver pagato oltre 7 mila dollari di multe per divieto di sosta. Qualche anno prima, quando aveva 15 anni, fu arrestato per aver rubato un libro di Elmore Leonard, l’autore del romanzo Jackie Brown da cui prese poi ispirazione per l’omonimo film del 1997.

5. I suoi film preferiti
In rete si trovano diverse classifiche con i film preferiti di Tarantino. Nel 2002, in un sondaggio tra diversi registi della rivista Sight and Sound, Tarantino ha detto quali sono i suoi 11 film preferiti:

Il buono, il brutto, il cattivo di Sergio Leone
Un dollaro d’onore di Howard Hawks
Taxi Driver di Martin Scorsese
La signora del venerdì di Howard Hawks
Rolling Thunder di John Flynn
…E tutti risero di Peter Bogdanovich
La grande fuga di John Sturges
Coffy di Jack Hill
La vita è un sogno di Richard Linklater
Cinque dita di violenza di Chang-hwa Jeong
Hi Diddle Diddle di Andrew L. Stone

6. Avrebbe dovuto interpretare Pai Mei in Kill Bill Vol. 2
In un’intervista data subito dopo l’uscita di Kill Bill Vol.2 Tarantino rivelò che avrebbe dovuto interpretare il maestro di arti marziali Pai Mei. L’idea però venne abbandonata quando Tarantino si rese conto del grande sforzo fisico al quale si sarebbe dovuto sottoporre.

7. Nei suoi film c’è spesso almeno un attore che ha fatto una parte in Mean Streets di Martin Scorsese
Tarantino ha sempre detto di essere un grandissimo fan di Martin Scorsese, citando spesso Taxi Driver come uno dei suoi film preferiti di sempre e condividendo col regista la scelta di alcuni attori. In quasi ogni film di Tarantino, tutti tranne Death Proof e Django Unchained, c’è almeno un attore che ha fatto una parte in Mean Streets di Scorsese: David Proval in Four Rooms, Harvey Keitel in Le Iene e Pulp Fiction, Robert de Niro in Jackie Brown e David Carradine nei due episodi di Kill Bill. In Bastardi senza gloria di Harvey Keitel si sente solo la voce.

8. “Presentato da Quentin Tarantino”
Negli ultimi anni i film in uscita al cinema vengono accompagnati spesso dalla frase “presentato da…” seguita dal nome di un regista famoso. A volte si confonde colui che “presenta” il film con chi lo produce, ma non è la stessa cosa: affiancare il nome di un regista famoso serve essenzialmente per avere maggior richiamo verso il pubblico mainstream. Tarantino ha “presentato” molti film negli ultimi anni, da Iron Monkey a Hero, Hostel, The Protector, L’uomo con i pugni di ferro.

Mostra commenti ( )