• Mondo
  • lunedì 11 Febbraio 2013

Le foto del Capodanno cinese

Con l'arrivo dell'anno del Serpente è iniziata la Festa di Primavera per centinaia di milioni di persone in Asia

Nella notte tra il 9 e il 10 febbraio si è festeggiato in Cina, e in molti altri paesi orientali, il Capodanno cinese. La tradizione vuole che si celebri la ricorrenza con fuochi d’artificio e petardi, in modo da tenere lontani gli spiriti maligni dall’anno nuovo. Dopo solo due notti, il governo cinese ha annunciato che l’indice di inquinamento atmosferico è cresciuto moltissimo a Pechino, ma anche a Shanghai, Nanjing, Hangzhou, Xian e altre grandi città del paese a causa dell’uso intensivo di fuochi artificiali e petardi.

Sabato notte, alla vigilia del nuovo anno lunare, il governo cinese ha contato un totale di 839 incendi causati dallo scoppio dei fuochi pirotecnici. Secondo l’agenzia Xinhua, gli incendi hanno causato perdite economiche per più di 6,9 milioni di yuan (oltre 800mila euro). Secondo il Beijing Youth Daily, comunque, il numero degli incendi e quello dei feriti nella capitale cinese è diminuito rispettivamente del 44,6 e 28,6 per cento rispetto all’anno passato. Molti cinesi sono rimasti in casa a vedere la serata di gala dedicata al nuovo anno trasmessa dalla Televisione Centrale Cinese, una delle televisioni più viste al mondo. La cantante canadese Celine Dion ha duettato con l’artista cinese Song Zuying. Secondo il Beijing News, la performance di “My Heart Will Go On”, colonna sonora del film Titanic popolarissima in Cina, “muove ancora il cuore dei cinesi dopo 15 anni”.

Le celebrazioni per l’inizio dell’anno del Serpente hanno chiuso l’anno del Dragone e hanno coinvolto circa un miliardo di asiatici. I festeggiamenti hanno dato il via alla Festa di Primavera, che dura 15 giorni e che è molto simile al carnevale occidentale. Per l’occasione, centinaia di migliaia di persone ritornano nei loro villaggi di origine per festeggiare con amici e parenti. Durante la vigilia di Capodanno le famiglie si riuniscono, cenano e pregano insieme; le strade sono decorate con lanterne rosse, festoni e ci sono danze di artisti travestiti da draghi o leoni.