© Cerise Doucède, Égarements

Mandare tutto all’aria

Cerise Doucède allestisce dei complicatissimi set fotografici per raccontare inconscio e incertezze delle persone (tutto senza Photoshop)

© Cerise Doucède, Égarements

Cerise Doucède è una fotografa francese che inventa situazioni surreali, costruite e allestite in maniera piuttosto complessa. In ogni scena il soggetto è avvolto da una nuvola di oggetti volanti, come in assenza di gravità. L’allestimento non è creato con Photoshop ma con set davvero molto complessi, e permette di raccontare qualcosa che nella realtà non esiste ma esiste nella fantasia, nelle idee e nei sogni della fotografa: ogni immagine ci riporta a qualcosa legato all’inconscio, a pensieri nascosti, a frustazioni e al caos che ciascuno di noi ha in mente.

Il progetto si intitola Égarements (Smarrimento) e ci ricorda appunto quanto nelle azioni quotidiane, nell’agire inconsapevole, sul lavoro, nella nostra relazione con gli altri e con l’ambiente che ci circonda, siamo spesso distratti e persi. Un altro progetto simile, sempre costruito con la stessa tecnica, è Quotidien (Quotidiano) che racconta scene simili ma ha come protagonista la fotografa, i suoi affetti, la sua casa. Si possono vedere altri progetti di Cerise Doucède nel suo sito: ha anche un blog su cui appunta aggiornamenti e idee relative al suo lavoro e alla fotografia in generale.