• Sport
  • lunedì 4 Febbraio 2013

I 10 migliori spot del Super Bowl

Una battaglia silenziosa per gli Oreo, i contadini d'America, il cavallo di Budweiser, un gruppo di anziani molto arzilli: e due bonus

Come ogni anno, il Super Bowl che si è giocato ieri a New Orleans in Louisiana (qui come è andata a finire) ha fatto discutere anche per i suoi spot pubblicitari, attesi soprattutto da chi si interessa e lavora nella pubblicità. Per trasmettere uno spot durante il Super Bowl sono necessari svariati milioni di dollari, in media 4 per ogni 30 secondi di pubblicità. L’evento sportivo è del resto il più seguito in televisione e molti marchi la ritengono una spesa sensata per fare conoscere i loro prodotti, o ricordare che esistono ancora.

Anche quest’anno tra le pubblicità più riuscite ci sono quelle delle automobili: nel 2012 Chrysler fece uno spot molto ispirato con Clint Eastwood sul momento del riscatto per gli Stati Uniti e lo stesso modello è stato seguito anche quest’anno, con la pubblicità “Farmer” di Ram Dodge, che è sempre un marchio del produttore di auto statunitense. La pubblicità mostra una serie di belle fotografie delle sterminate campagne degli Stati Uniti, accompagnate dalla registrazione del discorso “So God Made a Farmer” tenuto dal conduttore radiofonico Paul Harvey nel 1978 alla convention dell’allora Future Farmers of America, associazione che oggi si chiama National FFA Organization. Tra le altre pubblicità degne di nota di quest’anno ci sono quella dei vecchietti di Taco Bell, del cavallo di Budweiser e della lotta silenziosa per gli Oreo.

Farmer – Dodge Ram

Viva Young – Taco Bell

The Clydesdales: “Brotherhood” – Budweiser

Nella prossima pagina: gli spot di Oreo, Audi, Milk Mustache e Volkswagen.

1 2 3 Pagina successiva »