• Sport
  • venerdì 14 Dicembre 2012

Chi è M’Baye Babacar Niang

Foto, video e le cose fondamentali da sapere sul giovanissimo e promettente attaccante del Milan che ieri ha segnato in Coppa Italia

Ieri sera il Milan ha battuto la Reggina in Coppia Italia per 3 a 0, qualificandosi ai quarti di finale dove affronterà la Juventus. Il secondo gol della partita è stato segnato da M’Baye Babacar Niang, diciassettenne franco-senegalese, al Milan da quest’estate e alla sua prima rete in questa stagione.

Niang è nato nel 1994 da genitori senegalesi a Meulan, a 40 chilometri da Parigi, e ha iniziato prestissimo a giocare a calcio, entrando a far parte del Basse-Seine Les Mureaux a sette anni. Dopo due anni è stato comprato dalla squadra dilettantistica del Poissy, dove è rimasto per quattro stagioni facendosi notare dagli osservatori di molte squadre, tra cui quelli del Caen, squadra di prima divisione francese, che dopo aver superato qualche perplessità iniziale circa la sua età effettiva (a dodici anni e mezzo Niang era già alto un metro e 75) lo ha ingaggiato. A 16 anni Niang giocava nella squadra under 19 e in quella riserve del Caen. A 17 anni, trovandosi a decidere se giocare nella nazionale senegalese o in quella francese, ha scelto la seconda. Ha giocato la sua prima partita in nazionale under 21 contro la Lettonia, segnando un gol. A maggio dello scorso anno ha segnato il suo primo gol in campionato, contro il Lens, diventando il secondo più giovane marcatore della storia della Ligue 1. Il 28 agosto 2012, dopo essere stato seguito da molte squadre inglesi, è stato acquistato dal Milan.

Niang è un attaccante, ha un gran fisico e anche una buona tecnica: può giocare sia come attaccante centrale che un po’ più arretrato, come “seconda punta”. Molti l’hanno paragonato a Mario Balotelli, ma più che per le doti atletiche per alcuni episodi avvenuti fuori dal campo. A settembre Niang è stato fermato dalla polizia municipale di Milano poiché era alla guida di una macchina senza patente, essendo ancora minorenne. Niang si spacciò per il suo compagno di squadra Bakaye Traoré ma venne scoperto dopo il controllo dei documenti. A ottobre invece Niang è stato squalificato dalla Commissione Disciplinare della Federcalcio Francese fino al 31 dicembre 2013 insieme a quattro compagni di nazionale, coi quali si era allontanato senza permesso dal ritiro per andare in discoteca.