40 anni di politica in 15 spot

Da Craxi a Fini, da Vendola a Berlusconi, una selezione di video da un ricco archivio pubblicato oggi

Oggi all’Università di Roma Tre è stato presentato il sito www.archivispotpolitici.it, il primo archivio online di spot politici italiani che raccoglie quasi quarant’anni di video legati alla comunicazione politica in Italia. Il sito contiene circa 450 spot politici realizzati tra il 1974 e il 2012, consultabili per criteri di ricerca, parole e percorsi tematici. L’iniziativa è nata da un progetto di ricerca di Interesse Nazionale (PRIN 2008) finanziato dal ministero dell’Istruzione e della Ricerca.

Nell’ambito di questo progetto il professore Edoardo Novelli ha coordinato il lavoro di ricerca “Trent’anni di spot politici in Italia: effetti e conseguenze sul linguaggio, sulle forme e sui modelli della comunicazione e della narrazione politica”, dal quale è nata l’idea di un archivio digitale e di un sito per la consultazione online. Alla realizzazione del sito hanno collaborato: Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico AAMOD, l’Archivio Nazionale dei Democratici di Sinistra, il Dipartimento Comunicazione del Popolo delle Libertà, il Dipartimento Comunicazione Unione di Centro, la Fondazione Craxi, YouDem.

In Italia la trasmissione di spot politici sui canali televisivi nazionali è stata sostanzialmente vietata dall’approvazione della legge sulla cosiddetta par condicio, nel 2000, che tra le altre cose stabiliva il divieto totale di trasmissione degli spot in campagna elettorale e disponeva che i “messaggi politici autogestiti” potessero essere trasmessi soltanto lontano dal periodo elettorale, a condizione che durassero almeno 90 secondi, fossero privi di “slogan ripetitivi”, non interrompessero altri programmi e fossero quindi collocati in appositi programmi “contenitori”. Possono essere trasmessi invece degli “appelli elettorali”, durante le tribune politiche, anche in campagna elettorale. In Italia solo le tv locali possono trasmettere spot televisivi in campagna elettorale. La diffusione degli spot politici su Internet invece non è regolata.

Comitato per il No – Referendum sul divorzio, Manfredi (1974)

Psi, Craxi – Minoli, Parco – Ambiente (1987)

Dc, Forza Italia (1987)

Msi, Fini – Cosa faresti? (1992)

1 2 3 Pagina successiva »

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di più, e migliori.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la newsletter, una quota minore di inserzioni pubblicitarie, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.