• Scienza
  • martedì 13 Novembre 2012

L’eclissi solare totale in Australia

Le grandi foto del Sole oscurato per alcuni minuti dal passaggio della Luna

Decine di migliaia di persone, compresi scienziati e astronomi, martedì hanno raggiunto il nord-est dell’Australia per osservare un’eclissi totale di Sole. Il fenomeno è iniziato alle 05.45 del mattino e ha raggiunto il suo massimo intorno alle 06.38 di mercoledì (le 21.38 di martedì in Italia). I meteorologi avevano previsto un cielo nuvoloso, ma il passaggio della Luna tra il Sole e la Terra è stato osservato molto bene: il buio al culmine dell’eclissi è durato poco più di due minuti. L’eclissi ha proiettato la sua ombra per circa 150 chilometri di larghezza, proprio nella zona settentrionale dell’Australia, spostandosi poi sempre più verso nord-est, prima di raggiungere la zona meridionale dell’Oceano Pacifico.

Come suggerisce il nome, una eclissi è definita totale quando il Sole viene oscurato completamente, fenomeno che a seconda della posizione relativa della Luna e dell’osservatore può durare da alcuni secondi a circa sette minuti. La totalità del fenomeno è visibile in un’area ristretta della superficie terrestre, mentre ai suoi margini è visibile un’eclissi di tipo parziale. L’eclissi rende di solito facilmente osservabile la corona solare, la parte più esterna dell’atmosfera della nostra stella e anche per questo motivo il fenomeno viene osservato con grande interesse da astronomi e ricercatori.