• Cultura
  • giovedì 13 Settembre 2012

Foto di gruppo

Una galleria fotografica in cui tutti guardano l'obiettivo e si mettono in posa: ma i soggetti e le circostanze fanno una grande differenza

Tutti abbiamo una foto di gruppo: a scuola, con la squadra sportiva, per una cerimonia religiosa. È un rito che ha le sue regole e le sue caratteristiche. Tutti guardano verso l’obiettivo e si mettono in posa, possibilmente sorridenti, e si può riconoscere che le regole, in questa galleria fotografica, sono rispettate sempre o quasi. Ma le circostanze e le persone ritratte – un gruppo di soldati yemeniti o i reali di Danimarca – creano una grande serie di variazioni sul tema. Viene da chiedersi a che cosa servano, davvero, le foto di gruppo: forse soprattutto a mostrare un’appartenenza o a sottolineare un ruolo. E ricordarseli.