Gli italiani che hanno vinto l’Oscar

Carlo Rambaldi, che è morto ieri, ne aveva ricevuti tre: ma c'è chi ha fatto meglio di lui, nella ricca classifica

Carlo Rambaldi, grande creatore di effetti speciali cinematografici morto venerdì a 87 anni, viene celebrato oggi come uno degli italiani che sono riusciti a ottenere più volte il riconoscimento americano del premio Oscar, avendone vinti tre per il suo lavoro in King Kong, Alien ed E.T. Ma gli italiani che hanno vinto l’Oscar non sono comunque pochi e a guidare la relativa classifica ce ne sono due che ne hanno ottenuti 4, seguiti da Rambaldi e una piccola compagnia che ne hanno 3. Ci sono però anche alcuni grandi del cinema italiano che l’Oscar non lo hanno mai vinto: tra cui Mario Monicelli, per esempio, candidato 6 volte ma mai vincitore, o ancora Sergio Leone e Dino Risi, che non hanno ricevuto nemmeno una candidatura.

4 Oscar
Vittorio De Sica
Film straniero per Sciuscià (1948), Ladri di biciclette (1950), Ieri, oggi e domani (1965) e Il giardino dei Finzi Contini (1972).
Federico Fellini
Film straniero per La strada (1957), Le notti di Cabiria (1958), (1964), e Amarcord (1975).

3 Oscar
Giorgio Moroder
Colonna sonora per Fuga di Mezzanotte (1978), canzone per Flashdance (1983) e Top Gun (1986).
Milena Canonero
Costumi per Barry Lyndon (1975), Momenti di gloria (1981) e Maria Antonietta (2006).
Carlo Rambaldi
Effetti speciali per King Kong (1976), Alien (1979) e E.T. (1983).
Dante Ferretti e Federica Lo Schiavo
Scenografia per L’aviatore (2005), Sweeney Todd (2008) e Hugo (2012).
Vittorio Storaro
Fotografia per Apocalypse now (1980), Reds (1982) e L’ultimo imperatore (1988).

2 Oscar
Piero Gherardi
Costumi bianco e nero per La dolce vita (1962) e (1964).
Vittorio Nino Novarese
Costumi per Cleopatra (1964) e Cromwell (1971).
Danilo Donati
Costumi per Romeo e Giulietta (1969) e Il Casanova di Federico Fellini (1971).
Pietro Scalia
Montaggio per JFK (1992) e Black hawk down (2004).
Roberto Benigni
Film straniero e attore per La vita è bella (1999).
Sofia Loren
Attrice per La ciociara (1962) e Oscar alla carriera (1991).
Bernardo Bertolucci
Film e sceneggiatura non originale per L’ultimo imperatore (1987).

1 Oscar
Anna Magnani
Attrice per La rosa tatuata (1955).
Pietro Germi, Ennio De Concini, Alfredo Giannetti
Sceneggiatura originale per Divorzio all’italiana (1963).
Elio Petri
Film straniero per Indagine su di un cittadino al di sopra di ogni sospetto (1971).
Ennio Morricone
Carriera (2007).
Giuseppe Tornatore
Film straniero per Nuovo Cinema Paradiso (1990).
Gabriele Salvatores
Fil straniero per Mediterraneo (1992).
Pasqualino de Santis
Fotografia per Romeo e Giulietta (1969).
Nino Rota
Colonna sonora per Il padrino parte II (1974).
Gianni Quaranta e Elio Altamura
Scenografia per Camera con vista (1987).
Ferdinando Scarfiotti, Bruno Cesari, Osvaldo Desideri
Scenografia per L’ultimo imperatore (1988).
Gabriella Cristiani
Montaggio per L’ultimo imperatore (1988).
Manlio Rocchetti
Trucco per A spasso con Daisy (1989).
Francesca Squarciapino
Costumi per Cyrano de Bergerac (1991).
Luciana Arrighi
Scenografia per Casa Howard (1993).
Gabriella Pescucci
Costumi per L’età dell’innocenza (1994).
Nicola Piovani
Colonna sonora per La vita è bella (1999).
Dario Marianelli
Colonna sonora per Espiazione (2006).
Mauro Fiore
Fotografia per Avatar (2010).
Michael Giacchino
Colonna sonora per Up (2010). Giacchino, che è nato negli Stati Uniti, è diventato cittadino italiano nel 2009.

Nella foto, da sinistra a destra: Gregory Peck, Sophia Loren, Joan Crawford e Fernando Lamas, dopo la consegna degli Oscar nel 1963.
(Hulton Archive/Getty Images)

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.