• Sport
  • lunedì 6 Agosto 2012

La boxe femminile alle Olimpiadi

Succede per la prima volta nella storia dei Giochi: le foto degli incontri di ieri, mentre oggi ci sono i quarti di finale

Alle Olimpiadi di Londra 2012 è stato inserito nelle discipline in gara, per la prima volta nella storia dei Giochi, il pugilato femminile. Ieri c’è stato il primo incontro: la russa Elena Savelyeva ha battuto la nord coreana Hye Song Kim con un punteggio di 12-9 nella categoria 51 chilogrammi. In tutto, ci sono stati 12 incontri. Oggi ci sono i quarti di finale.

Scrive il New York Times che dietro all’esclusione del pugilato femminile ai Giochi Olimpici c’è sempre stata una concezione maschilista e stereotipata. Tra le motivazioni presentate in passato, per spiegare la sua esclusione, c’era quella secondo cui l’ansia pre-mestruale rendeva le donne instabili emotivamente. E questo era pericoloso per la loro salute.

La boxe femminile è stata inclusa come sport olimpico nel 2009 dalla International Boxing Association. Le atlete che partecipano a Londra 2012 sono in tutto 36. Sono divise in tre categorie: 51 chilogrammi, 60 chilogrammi, 75 chilogrammi. Non è prevista la gara per il terzo posto in nessuna delle tre categorie, quindi saranno assegnate due medaglie di bronzo.

Foto: Li Jinzi, Cina e Roseli Feitosa, Brasile (Scott Heavey/Getty Images)