Due nuovi Banksy per le Olimpiadi

L'artista inglese li ha pubblicati sul suo sito, mentre a Londra la polizia cerca di tenere lontani i graffiti dai Giochi

L’artista inglese noto come Banksy, diventato forse la maggior celebrità al mondo della “street art” (anche grazie alla segretezza sulla sua identità), ha pubblicato sul suo sito due nuove opere dedicate alle Olimpiadi di Londra. Nel primo disegno c’è un atleta che lancia un missile al posto del giavellotto, nel secondo un altro atleta che salta con l’asta per atterrare su un materasso vero. Non si conoscono ancora i luoghi dove sono state realizzate le opere.

I due graffiti di Banksy sono stati scoperti dopo che la scorsa settimana, a Londra, sono stati arrestati alcuni artisti di strada. Tra loro c’era anche Darren Cullen, diventato famoso perché Adidas (uno dei principali sponsor dei Giochi) l’anno scorso gli aveva commissionato un graffito per pubblicizzare una nuova scarpa da calcio. A Cullen è stato ordinato di restare a un miglio di distanza da qualsiasi sede olimpica. A Londra sarebbe in corso un’azione preventiva della polizia metropolitana per evitare “disordini” e mantenere l’ordine pubblico durante le Olimpiadi, e gli artisti di strada sarebbero al centro di questa strategia. Oltre gli arresti, in questi mesi la città è stata “ripulita” con la cancellazione dai muri di molti graffiti.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.