Pam Shriver ha 50 anni

È stata una delle più grandi tenniste di doppio e giocava in coppia con Martina Navratilova: le foto

Oggi compie 50 anni la tennista statunitense Pamela Shriver, nata il 4 luglio del 1962 a Baltimora, in Maryland. Pam Shriver è considerata una delle più grandi giocatrici nel doppio della storia del tennis: ha vinto 21 titoli di Grande Slam (i più importanti tornei di tennis, ovvero l’Australian Open, il Roland Garros, Wimbledon e lo US Open) in doppio e uno in doppio misto. Shriver era brava anche nel singolare: a 16 anni è arrivata in finale allo US Open, dove aveva battuto Martina Navratilova per 7-6 7-6 prima di venire sconfitta da Chris Evert, e nel 1984 divenne numero tre al mondo della classifica WTA delle tenniste professioniste. Shriver era famosa per la sua versatilità, per l’eleganza in campo e per il suo potente dritto.

Navratilova divenne la sua compagna nel doppio: insieme hanno vinto 79 titoli, tra cui sette Australian Open, cinque Wimbledon, cinque US Open e quattro Roland Garros. Dall’aprile del 1983 vinsero 109 partite consecutive, nel 1984 realizzarono il Grand Slam (cioè vinsero i quattro titoli di Grande Slam) per poi perdere in finale a Wimbledon nel 1985. Il WTA le nominò “coppia nel doppio dell’anno” per otto anni consecutivi, dal 1981 al 1988. Alle Olimpiadi di Seul del 1988 Shriver vinse la medaglia d’oro nel doppio femminile insieme a Zina Garrison.

Shriver si è ritirata dalle competizioni nel 1996 e da allora ha lavorato come commentatrice sportiva per ABC, CBS, BBC e ora ESPN. Nel 2002 è stata ammessa nell’International Tennis Hall of Fame. È stata sposata con Joe Shapiro, un avvocato della Walt Disney, fino al 1999 – anno in cui morì – e poi con l’attore australiano George Lazenby con cui ha avuto un figlio e due gemelli, prima di chiedergli il divorzio nel 2008. Pam Shriver è anche cugina di quarto grado della giornalista Maria Shriver, ex moglie di Arnold Schwarzenegger ed ex first lady della California.

Tenniste, la galleria sentimentale messa insieme in un bel libro da Massimo Coppola

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.