• Sport
  • lunedì 18 Giugno 2012

Il tennista David Nalbandian ferisce un giudice di linea

È successo durante la finale del Queen's, a Londra

Domenica il tennista argentino David Nalbandian ha affrontato il croato Marin Cilic nella finale del torneo sull’erba del Queen’s, a Londra. Nalbandian aveva vinto il primo set per 7-6 ma dopo aver perso un game del secondo set ha dato un calcio al box in cui sedeva il giudice di linea Andrew McDougall, ferendolo e facendogli sanguinare la gamba sinistra. L’arbitro ha subito sospeso la partita squalificato Nalbandian e dichiarando vincitore Cilic. La decisione è stata contestata dal pubblico che chiedeva che la partita venisse comunque giocata.

Nalbandian ha chiesto scusa ma ha anche accusato l’ATP (l’Associazione dei tennisti professionisti) di eccessiva pressione e di imporre troppe regole da rispettare: «Ho sbagliato, è vero, ma tutti fanno degli errori. Non penso che doveva finire in quel modo, soprattutto una finale. Sono molto dispiaciuto, a volte in campo ti senti davvero frustrato. Ci sono molte regole e qualche volta non vengono applicate». Nalbandian potrà anche essere multato fino a 25 mila dollari o a una cifra pari a quella vinta durante il torneo e potrà anche perdere tutti i punti guadagnati al torneo. Cilic ha commentato dicendo «è stato una vittoria davvero amara. Non è decisamente il modo in cui volevo vincere. Mi dispiace molto per i fan che sia finita così».

Le scuse di Nalbandian

(AP Photo/Sang Tan)