La partenza della Soyuz

Le foto e il video del lancio di oggi della navicella, che trasporta un astronauta e due cosmonauti verso la Stazione Spaziale Internazionale

Questa mattina alle nove (le cinque in Italia) il sistema di trasporto spaziale Soyuz TMA-04M è regolarmente partito dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan, iniziando il suo viaggio verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS). A bordo della navicella spaziale ci sono l’astronauta Joe Acaba e i due cosmonauti russi Gennady Padalka e Sergei Revin. Viaggeranno per un paio di giorni prima di arrivare in prossimità della ISS, che orbita a circa 450 chilometri di distanza dalle nostre teste.

L’arrivo è previsto per giovedì prossimo e, una volta eseguito il trasferimento a bordo, tutti i membri della Expedition 31 si troveranno sulla Stazione. Rimarranno in orbita per quattro mesi, mentre altri tre astronauti a bordo dallo scorso dicembre ripartiranno verso la terra il prossimo primo di luglio, dando così inizio alla Expedition 32. Tra i membri dell’equipaggio partiti oggi c’è anche un veterano dello spazio, il cosmonauta Padalka: ha già partecipato a tre voli di lungo periodo e raggiungerà per la terza volta la Stazione Spaziale Internazionale. Fu anche inquilino della MIR, la stazione orbitante russa ora dismessa, tra il 1998 e il 1999. Per il cosmonauta Revin quello di oggi è il primo volo spaziale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.