• Mondo
  • domenica 25 Marzo 2012

Il Giorno dell’indipendenza in Grecia

Le foto delle celebrazioni di oggi ad Atene, molto tese e parzialmente vietate al pubblico per la prima volta nella storia del paese

Oggi, 25 marzo, si festeggia in Grecia il Giorno dell’indipendenza, nell’anniversario della rivolta del 1821 contro l’Impero Ottomano. Si festeggia generalmente con una grande parata, ma quest’anno le cose sono andate diversamente: per timore di manifestazioni e violenze, gran parte della parata è stata vietata al pubblico per la prima volta nella storia della Grecia. Migliaia di agenti in assetto antisommossa sono stati schierati intorno alle celebrazioni per prevenire incidenti e proteste. Il governo ha fatto cogliere i frutti di tutti gli alberi lungo il percorso della parata per evitare che potessero essere scagliati contro politici e militari.

A dire il vero, la parata del giorno dell’Indipendenza in Grecia già aveva perso da qualche anno la spettacolarità del passato. Dal 2010, infatti, si è deciso di rinunciare all’utilizzo di mezzi militari come aerei e blindati per risparmiare, a causa della crisi economica. Quest’anno, inoltre, ci sono stati scontri tra manifestanti e forze dell’ordine, anche se sono rimasti contenuti grazie alle imponenti misure di sicurezza della polizia: nonostante questo, nella capitale è stata fermata una trentina di persone. A Tessalonica, dove ci sono state altre proteste, sono state fermate almeno 25 persone. Nel corso delle celebrazioni ad Atene, il presidente della repubblica greco Karolos Papoulias ha posto una corona sulla tomba del Milite Ignoto con l’inno nazionale greco di sottofondo, mentre decine di persone a piazza Syntagma cantavano “traditori”. In Grecia si voterà per le elezioni legislative tra circa un mese, presumibilmente nell’ultima settimana di aprile o nella prima di maggio.

foto: ANGELOS TZORTZINIS/AFP/Getty Images