L’arte del sapone

Jane Thomas fotografa bolle di sapone con un obiettivo macro. L'idea le è venuta lavando la bistecchiera.


Jane Thomas, è una fotografa scozzese di 58 anni e ama fotografare le cose minuscole con un obiettivo macro.
La scelta di questo tipo di fotografia nasce da una storia personale:

La fonte di ispirazione del mio lavoro è mio marito. Geoffrey è cieco, e gli anni passati a descrivergli minuziosamente le cose che vedevo mi hanno reso molto più attenta e sensibile ai dettagli. Ora noto molti più dettagli nelle cose che vedo, credo che sia per questo che amo la fotografia con il macro, perché cerco di portare alla luce le cose che spesso passano inosservate.

Soap Films, è una raccolta di immagini scattate con un obiettivo macro a bolle di sapone, ed è uno dei lavori con il quale ha avuto più successo recentemente.

Racconta Thomas:

Ho scoperto la “bubble art” un giorno mentre stavo lavando i piatti: ho visto queste strisce di sapone lucide e cangianti nella griglia della bistecchiera e ho pensato che sarebbe stato un soggetto interessante per le mie fotografie.

Da anni sperimenta questa tecnica, utilizzando attrezzatura professionale per fare le bolle.
Ogni immagine è scattata con una velocità elevata dell’otturatore per cogliere l’azione del liquido; Thomas non modifica mai i colori ma racconta che a seconda della materia prima della bolla, ad esempio shampoo o detersivo, ottiene sfumature diverse.
Sul suo account su Flickr è possibile vedere i suoi altri lavori.

Mostra commenti ( )