Politici che cantano

L'esibizione di Obama ha diversi precedenti: Putin ha cantato Blueberry Hill, McCain ha fatto il verso a Barbra Streisand, altri se la sono cavata decisamente peggio

di Arianna Cavallo

Ieri all’Apollo Theatre di New York si è tenuto un concerto di raccolta fondi per la campagna elettorale del presidente degli Stati Uniti Barack Obama. Obama ha tenuto un breve discorso prima dell’inizio del concerto e a un certo punto ha accennato qualche battuta di Let’s stay together di Al Green, approfittando della sua presenza in sala. Il video ha avuto un enorme successo in rete, ma quello di Obama non è un caso isolato di politiche cantano: da Putin che suona il pianoforte e canta in smoking, a Chávez che incide un disco di canzoni folk venezuelane a Raúl Castro che canta in cinese. E poi c’è Berlusconi, certo, ma qui restiamo sui capi di stato e di governo stranieri: i commenti sono fatti per integrare la lista.

(Il video di Obama che canta Let’s stay together)

Karl Rove
La sua esibizione rap alla cena dei giornalisti corrispondenti alla Casa Bianca, da sempre occasione di battute e ilarità, nel marzo 2007 è ormai leggendaria. Sulle note della Karl Rove dance, l’allora consigliere e vicecapo dello staff di George W. Bush balla sul palco con movenze da rapper consumato dimostrando una notevole auto-ironia.

Hillary Clinton
L’inno americano è particolarmente difficile da cantare e prendere bene l’acuto finale richiede una certa intonazione: Hillary Clinton però non riesce ad azzeccare nemmeno le note più semplici, come dimostra in questo video del 2008 mentre si trovava in Iowa per la campagna elettorale delle primarie democratiche.

Hugo Chávez
Il presidente del Venezuela Hugo Chávez è un appassionato di musica e canta spesso durante il programma televisivo Alo presidente, che conduce ogni domenica. Nel 2007 ha persino inciso un disco di canzoni tradizionali venezuelane che si chiama Canciones de Siempre. Nel video, del 2007, canta Cuando yo quiera has de volver durante Alo presidente.

John McCain
Nel 2002 John McCain si esibì al Saturday Night Live cantando alcune canzoni di Barbra Streisand, spiegando: «Faccio politica da vent’anni e per vent’anni Barbra Streisand ha cercato di fare il mio lavoro. Così ho deciso di provare io a fare il suo». La sua esibizione più famosa però è dell’aprile 2007, quando rispose alla domanda su come reagire alla minaccia nucleare iraniana canticchiando le parole «bomb bomb bomb, bomb Iran» sulla musica di Barbara Ann dei Beach Boys.

1 2 Pagina successiva »