• Italia
  • lunedì 16 Gennaio 2012

Costa Concordia, le foto di lunedì

Le immagini del relitto della nave e dei pompieri e sommozzatori impegnati in soccorsi complicati e acrobatici

Poco dopo le sei di questa mattina le agenzie di stampa hanno annunciato il ritrovamento di una sesta persona morta all’interno della nave Costa Concordia, naufragata venerdì sera vicino all’isola del Giglio. Il corpo è stato trovato nel secondo ponte, in una parte all’asciutto, e appartiene a un uomo, un passeggero. Ieri erano stati trovati i cadaveri di altri due passeggeri. La conta dei dispersi è stata rivista e modificata più volte, man mano che le autorità verificano che non ci fossero sovrapposizioni o persone in salvo non registrate: in questo momento il numero di dispersi considerato più affidabile è 16, ma ci sono fonti che parlano di 14. Ieri pomeriggio erano state salvate tre persone, due passeggeri coreani e il capo commissario di bordo Manrico Giampetroni.

Oggi il mare attorno all’isola del Giglio è particolarmente mosso, tanto da muovere la nave e costringere i soccorritori a sospendere le operazioni per almeno un’ora. Presidente e direttore generale di Costa Crociere, Pier Luigi Foschi e Gianni Onorato, hanno tenuto una conferenza stampa dicendo sostanzialmente che l’azienda ha rispettato tutte le norme di sicurezza e il disastro si deve all’errore del comandante.

Tutti gli articoli del Post sul naufragio della Costa Concordia