• Mondo
  • domenica 23 Ottobre 2011

Il secondo accampamento di Occupy London

Alcuni manifestanti si sono spostati in una piazza vicina alla cattedrale di St. Paul, per diminuire il sovraffollamento davanti alla chiesa

Durante la scorsa notte, i manifestanti di Occupy London hanno iniziato un secondo accampamento cittadino a Finsbury Square, una piazza all’interno del distretto finanziario di Londra che si trova a meno di un chilometro e mezzo di distanza dalla cattedrale di St. Paul. Davanti alla chiesa era stato organizzato il primo accampamento dopo il corteo dello scorso 15 ottobre.

La cattedrale, sede del vescovo anglicano di Londra e uno dei monumenti più celebri della città, è stata chiusa al pubblico due giorni fa per ragioni di sicurezza e di igiene, per la prima volta dopo la Seconda Guerra Mondiale. L’accampamento davanti alla chiesa, negli ultimi giorni, ha cominciato ad assumere un carattere più permanente: le tende stanno aumentando e sono stati organizzati i percorsi di sicurezza, mentre la polizia mantiene una sorveglianza molto discreta della situazione. Intervistati dal Guardian, molti manifestanti hanno detto che intendono rimanere almeno fino a Natale, e altri che puntano a quando Londra ospiterà le Olimpiadi, la prossima estate.

Il nuovo campo di Finsbury Square è iniziato ieri dopo che un gruppo di manifestanti che reggevano striscioni e cartelli si sono mossi da St. Paul all’altra piazza, dove poco prima erano state piazzate una trentina di tende. Gli organizzatori hanno chiarito che il secondo accampamento non intende sostituire quello davanti alla cattedrale, ma piuttosto trovare un altro luogo per diminuire il sovraffollamento davanti a St. Paul.