• Mondo
  • lunedì 17 Ottobre 2011

Occupy London

Un gruppo di manifestanti si è accampato davanti alla cattedrale di St. Paul dopo il corteo di sabato, e il reverendo ha deciso di aiutarli

Un gruppo di manifestanti a Londra ha deciso di accamparsi davanti alla cattedrale anglicana di St. Paul dopo la manifestazione di sabato 15 ottobre, e ha trovato l’appoggio del suo canonico, il reverendo Gilles Fraser. La polizia ieri è intervenuta per mettere un cordone di agenti attorno alla cattedrale ma il reverendo ha chiesto agli agenti di spostarsi, dicendo che non ce n’era bisogno. «Non sentivo il bisogno di quel tipo di protezione», ha spiegato.

Alla messa di domenica i fedeli sono passati in mezzo a un centinaio di tende prima di raggiungere l’ingresso della cattedrale. Il sermone ha incluso un passaggio su Dio e i soldi, e alcuni dei manifestanti hanno partecipato alla cerimonia. Nel frattempo fuori veniva installato un generatore elettrico, bagni chimici e alcuni fornelli per cucinare. I manifestanti dicono che il loro obiettivo è sfidare il sistema finanziario internazionale, sul modello della protesta di New York. La polizia ha mantenuto un atteggiamento disteso, restando a sorvegliare a distanza. La manifestazione di sabato era stata molto più complicata, con circa quattromila persone che si erano dirette verso la cattedrale e 8 arresti. «Vedremo come andrà avanti», ha detto il reverendo al Guardian. «Fa freddo, no? Stiamo affrontando un giorno alla volta».

– Tutti gli articoli del Post su Occupy Wall Street