• Mondo
  • venerdì 21 Ottobre 2011

La brutta storia della bambina cinese

È morta oggi dopo essere stata investita: nessuno l'aveva soccorsa, il video scandalizza la Cina da una settimana

Una bambina di due anni è morta oggi dopo essere stata investita per strada in un paese della Cina meridionale, nella provincia del Guangdong, senza che nessuno abbia tentato di soccorrerla. L’incidente è avvenuto il 13 ottobre ed è molto discusso sui media del paese e in rete da allora, anche per via di un video tremendo che mostra la scena (è qui, ma lo sconsigliamo).

Le telecamere di sorveglianza del mercato in cui è avvenuto l’incidente hanno registrato i minuti in cui Wang Yue è rimasta a terra dopo essere stata travolta da un furgone. Diciotto persone le sono passate accanto senza fermarsi. Un secondo furgone le è passato sopra le gambe mentre era a terra priva di sensi e ferita. Le immagini sono state mostrate anche da alcune reti televisive cinesi e hanno scatenato reazioni molto indignate sul sito di micro-blogging Weibo, uno dei più frequentati in Cina.

Soltanto uno spazzino che passava da lì è intervenuto per soccorrere la bambina, spostandola sul lato della strada. Quando è arrivata in ospedale era già in coma, oggi i medici hanno comunicato ufficialmente la sua morte. I suoi genitori sono immigrati che lavorano nel mercato in cui la bambina è stata investita. Il padre ha detto di essere stato contattato dall’autista del furgone che ha investito sua figlia chiedendogli di non denunciarlo in cambio di soldi.

TAG: