• Mondo
  • lunedì 3 ottobre 2011

Il Nobel a uno scienziato morto

Ralph Steinman ha vinto oggi il premio ma è morto tre giorni fa: la fondazione non lo sapeva ma ha deciso di confermare la decisione

Aggiornamento. La fondazione Nobel ha deciso di mantenere il premio Nobel per la Medicina assegnato questa mattina allo scienziato Ralph M. Steinman, nonostante questo sia morto il 30 settembre.

***

Uno dei tre scienziati che oggi hanno ricevuto il premio Nobel per la medicina, Ralph M. Steinman, è morto tre giorni fa per un cancro al pancreas. Il comitato del premio ha fatto sapere poche ore fa che non era a conoscenza della morte di Steinman quando gli ha assegnato il Nobel, questa mattina, e che ora dovrà valutare se ritirare il premio o assegnarlo a qualcun altro. Dal 1974, infatti, lo statuto della fondazione dei Nobel non consente di assegnare premi postumi.

Nel comunicato ufficiale dell’università in cui lavorava Steinman, la Rockfeller University, si legge che il professore è morto lo scorso 30 settembre all’età di 68 anni. Era gravemente malato da quattro anni. «La Rockfeller University è felice di sapere che Steinman sia stato insignito del Nobel per le sue scoperte sulle cellule dendritiche. Ma la notizia è anche amara, perché come abbiamo appreso questa mattina dalla sua famiglia, Ralph è morto tre giorni fa dopo una lunga battaglia con il cancro».

Il regolamento non consente di assegnare un premio Nobel a una persona morta, a meno che la morte non avvenga dopo l’annuncio di ottobre e prima della cerimonia del 10 dicembre. Un episodio che in passato è capitato solo una volta con l’economista William Vickrey. «Penso che si possa dire con quasi assoluta certezza che questa è la prima volta che un premio Nobel è morto prima dell’annuncio senza che la commissione lo sapesse», ha detto ad Associated Press la portavoce della fondazione Nobel Annika Pontikis.

Mostra commenti ( )