• Mondo
  • sabato 17 Settembre 2011

Le proteste a Wall Street

E davanti ad altre borse del mondo, compresa Piazza Affari: sono state promosse dal gruppo hacker Anonymous

Una protesta di centinaia di persone progettata da giorni, “Occupy Wall Street”, si sta sviluppando intorno alla Borsa di New York a Wall Street e davanti ad altri edifici di Borsa internazionali, compreso quello di Milano a piazza Affari (dove le prime manifestazioni sono cominciate nei giorni scorsi, e oggi sono presidiate da un gruppo sparuto). Le dimostrazioni sono state convocate dal gruppo sovversivo di hackers noto come Anonymous e dal movimento Adbusters. A Manhattan la polizia ha transennato la zona intorno alla Borsa e aumentato la presenza di agenti: per ora alcune centinaia di persone si sono radunate intorno alla famosa e simbolica statua del toro.

I partecipanti erano stati invitati a progettare presidi stabili con tende e accampamenti, per protestare “contro l’influenza del denaro sulla politica”, in imitazione delle occupazioni delle piazze nordafricane e poi spagnole e israeliane.