• Mondo
  • giovedì 18 Agosto 2011

I ribelli libici stanno vincendo?

Dopo la conquista di Zawiyah le milizie antigovernative sono riuscite a circondare Tripoli

Dopo quattro giorni di combattimenti senza sosta, i ribelli libici hanno conquistato Zawiyah, una città costiera 50 chilometri a est di Tripoli. Le forze anti-governative sono riuscite a prendere il controllo della raffineria di petrolio appena fuori città, mentre i gruppi di fedeli al colonnello Muammar Gheddafi che ancora presidiavano la struttura sono fuggiti. L’esercito ha ancora il controllo degli edifici più alti della città, da dove sparano i cecchini. Il corrispondente in Libia della BBC, Matthew Price, ha riferito che Zawiyah è una conquista importante sia dal punto di vista psicologico che da quello strategico.

Anche se il regime libico ha detto che l’esercito si rifornisce di petrolio importato clandestinamente dalla Tunisia e dall’Algeria, la raffineria di Zawiyah era un sostegno importante per il governo di Tripoli. La città si trova inoltre in un punto strategico, vicino alla principale via che collega la capitale alla Tunisia, necessaria al colonnello Gheddafi per rifornirsi di benzina e provviste per l’esercito. Una guardia tunisina al confine con la Libia ha detto che il traffico sulla strada è diminuito sempre di più durante il weekend degli scontri: la settimana scorsa passavano dai 100 ai 150 camion al giorno, ora il traffico si è ridotto a non più di una quindicina di mezzi. Se le forze dell’opposizione riusciranno a mantenere il controllo di Zawiyah, potranno circondare la capitale via terra, grazie anche all’aiuto della NATO che controlla le vie marittime e quelle aeree.

I ribelli hanno conquistato altri territori nell’est del paese, costringendo le forze di Gheddafi ad abbandonare le città costiere Tiji e da Sabratha. Il controllo della costa è un punto chiave per raggiungere la capitale, che è ancora in mano alle forze fedeli al regime. Secondo le fonti del Wall Street Journal, la guerra si sta spostando sempre più vicino a Tripoli. Uno dei rifugiati, Hakim Ali, ha riferito che nei giorni scorsi da Zawiyah sono scappate più di 2000 famiglie, ma i rifugiati aumentano sempre di più. «La gente sa che la guerra si sta spostando a Tripoli», ha detto Hakim Al, «ed è proprio lì che tra poco ci sarà lo scontro più grande».