• Mondo
  • mercoledì 13 Luglio 2011

Bombe a Mumbai, almeno 21 morti

Ci sono state tre forti esplosioni in aree molto affollate della città, si parla di oltre 100 feriti (in aggiornamento)

19.10 – Ricapitoliamo. Alle 18.54 (le 15.24 in Italia) un ordigno è esploso nella zona di Zaveri Bazaar a Mumbai, un’area particolarmente affollata dove c’è un mercato per la vendita di gioielli e oggetti preziosi. Un minuto dopo, un’altra forte esplosione ha colpito l’area dell’Opera House, che fa parte del business district della città, più a sud rispetto a Zaveri Bazaar. Infine, alle 19.05 c’è stata una terza esplosione nell’area centrale di Dadar.

Non è ancora chiaro chi abbia organizzato gli attentati, né quanti siano i morti causati dalle esplosioni. La stima delle persone rimaste uccise è aumentata progressivamente nel corso del pomeriggio, e le autorità stimano che le tre bombe abbiano causato almeno 21 morti. I feriti sono più di cento, ma si tratta ancora di una stima provvisoria.

Le aree colpite dalle esplosioni sono zone solitamente molto affollate della città e questo potrebbe incidere sul numero complessivo dei morti, dicono i corrispondenti da Mumbai. I testimoni sopravvissuti alle esplosioni hanno descritto scene raccapriccianti, parlando di cadaveri e corpi smembrati lungo le strade, ricoperte dal sangue delle vittime. Per portare i feriti agli ospedali sono stati utilizzati mezzi di fortuna, mentre la polizia ha da subito avviato le indagini per raccogliere prove e testimonianze. La città non subiva un attentato terroristico dal novembre del 2008, quando una serie di attacchi coordinati causò la morte di almeno 172 persone.

— —– —

18.47 – Gli attentati hanno causato la morte di almeno 20 persone, dicono ora le autorità. I feriti sono più di 110.

18.35 – Le agenzie di stampa hanno pubblicato le prime fotografie dalle aree delle esplosioni.

18.27 – Stando alle prime ricostruzioni, i tre attentati erano coordinati: gli ordigni sono esplosi entro quindici minuti dalla prima esplosione.

18.18 – Aagam Doshi vende gioielli nella zona della Opera House, dove si è verificata l’esplosione più intensa, e racconta che cosa ha visto dopo l’esplosione:

Abbiamo sentito una forte esplosione. L’edificio ha tremato, le finestre si sono frantumate. È stato assordante. Siamo usciti, e la zona era coperta da un fumo denso e scuro. C’erano corpi a terra ovunque, molto sangue… Abbiamo visto diversi corpi senza braccia e gambe.

18.09 – Il livello di allerta in città è molto alto in queste ore e in buona parte del paese. I timori sono principalmente per stazioni, aeroporti e altri luoghi solitamente affollati. A Mumbai ora sono le nove e mezza passate di sera.

18.03 – L’esplosione più intensa, ha spiegato il primo ministro del Maharastra, si è verificata nella zona dell’Opera House. È ancora troppo presto per stabilire gli autori degli attentati.

17.57 – Polizia e funzionari di governo continuano a dare numeri contrastanti sul numero dei morti causati dalle esplosioni. Ora circolano notizie di almeno 17 morti.

1 2 Pagina successiva »