• Mondo
  • lunedì 4 Luglio 2011

Ucciso (forse) mentre riprendeva gli scontri siriani

Un video mostra un cecchino che prende la mira verso il cameraman e lo colpisce: non se ne conosce la sorte, nè l'affidabilità della storia

L’opposizione siriana è riuscita a diffondere un video su Youtube ripreso da un uomo che a un certo punto viene colpito da un soldato dell’esercito del presidente Bashar al-Assad mentre sta documentando gli scontri nella città di Homs con una telecamera. Far filtrare notizie e informazioni al di fuori del paese è molto difficile e fino a ora non è stato possibile confermare l’autenticità del filmato, o il luogo in cui sia stato girato di preciso.

Nel video si sente la voce dell’uomo che descrive gli attacchi dell’esercito contro le abitazioni della città e i civili, mentre la sua telecamera riprende alcune immagini molto confuse. Poco dopo l’obiettivo inquadra un soldato, che gli punta il suo fucile contro e spara. La voce del cameraman si interrompe e la telecamera cade a terra. La qualità delle immagini è molto bassa, particolare che potrebbe indicare l’utilizzo di un telefonino con videocamera.

Il video risalirebbe al 1 luglio. Un altro video girato lo stesso giorno mostra i manifestanti in fuga sotto il tiro di un cecchino che colpisce almeno un uomo. Le proteste in Siria stanno andando avanti ormai da quasi quattro mesi. Ieri, domenica 3 luglio, il presidente Assad ha destituito dall’incarico il governatore della provincia di Hama, dove negli ultimi giorni decine di migliaia di manifestanti sono scesi per strada a protestare contro il governo.