Puerta del Sol, Madrid, 19 maggio 2011. (PEDRO ARMESTRE/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • venerdì 20 maggio 2011

L’ultima notte di proteste in Spagna?

Domani in Spagna è giorno di silenzio elettorale e le manifestazioni sono vietate

Se le proteste non saranno interrotte, il governo potrebbe intervenire

Puerta del Sol, Madrid, 19 maggio 2011. (PEDRO ARMESTRE/AFP/Getty Images)

Domenica in Spagna si terranno alcune elezioni regionali e municipali. La legge impedisce di fare campagna elettorale nel giorno che precede il voto e questo sta facendo salire la tensione tra la polizia e le migliaia di manifestanti che affollano da giorni le piazze in molte città. Il comitato che vigila sulla regolarità delle elezioni, infatti, ha detto che le manifestazioni violano le leggi spagnole e dovranno quindi essere sgomberate. I manifestanti hanno indetto delle assemblee pubbliche per decidere cosa fare ma non sembrano avere intenzione di abbandonare le piazze.

Il cuore delle manifestazioni è sempre a Madrid, a Puerta del Sol, dove molte persone hanno trascorso la quinta notte all’aperto. Altre proteste simili si stanno tenendo a Plaza de Catalunya, a Barcellona, e in sessanta altre città del paese. La stampa di destra accusa il primo ministro Zapatero di permettere agli “estremisti” di occupare le città, e il governo spagnolo è effettivamente in difficoltà: da una parte il premier ha detto di essere “sensibile” alle istanze dei giovani, perché “ci sono delle ragioni per cui stanno esprimendo la loro insoddisfazione”, dall’altra presto potrebbe essere costretto dalla legge a rimuovere i manifestanti con la forza.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.