«Tremonti me lo avrebbe detto»

La convulsa discussione sui tagli all'istruzione tra Enrico Letta e il ministro Gelmini, ieri sera a Ballarò

Ieri sera a Ballarò il vicesegretario del PD, Enrico Letta, e il ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini hanno molto battibeccato a proposito del Documento di economia e finanza (DEF) presentato dal ministro Tremonti a Bruxelles: un documento programmatico di finanza pubblica che rappresenta la base delle politiche economiche del governo e della prossima riforma finanziaria.

La discussione comincia con Letta che fa notare, dati alla mano, che i soldi destinati alla scuola si sarebbero ridotti di 4 miliardi per il 2012, di 4,5 miliardi per il 2013 e di altri 4,5 miliardi per il 2014. Gelmini sembra non sapere di cosa si stia parlando, dice che non è possibile, che «Tremonti me lo avrebbe detto», che «la tabella è sbagliata». Poi, aiutata da Mario Sechi e da un assistente suggeritore alle sue spalle, trova la linea: non sono «tagli» ma «minori spese».

Tutte le balle del ministro Gelmini

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.