• Mondo
  • giovedì 10 Marzo 2011

L’esercito di Gheddafi riconquista Ras Lanuf

L'esercito ha bombardato la città per tutto il giorno e ha costretto i ribelli alla ritirata

Le forze ribelli sono state costrette ad abbandonare Ras Lanuf dopo uno dei più intensi attacchi sferrati dall’esercito di Gheddafi nelle ultime settimane. Ras Lanuf è una città della costa libica a circa seicento chilometri da Tripoli ed è di importanza strategica fondamentale perché sede di alcune delle maggiori raffinerie petrolifere del paese.

Le forze di Gheddafi hanno bombardato la città per tutto il giorno e alla fine hanno costretto i ribelli alla ritirata. Secondo il corrispondente di Al Jazeera, Tony Birtley, ci sarebbero molte vittime anche se non è  ancora possibile quantificare un numero preciso. «Abbiamo visto molte camionette che trasportavano i corpi di persone ferite, ho visto cadere almeno cinquanta bombe». La televisione di stato libica ha detto che Ras Lanuf è stata liberata e che l’esercito si sta ora muovendo verso Bengasi.

Il segretario di Stato americano Hillary Clinton ha detto di essere pronto a incontrare esponenti dell’opposizione libica la settimana prossima. Da Bruxelles il segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen ha annunciato la disponibilità dell’alleanza a intervenire a patto che siano rispettate alcune condizioni: «una dimostrata necessità di intervento», «un chiaro mandato legale» e «un fermo supporto regionale». Nel frattempo continuano i combattimenti anche nel resto del paese.