• Mondo
  • lunedì 10 Gennaio 2011

L’ETA abbandona le armi

Il gruppo separatista basco annuncia in un video che la tregua diventa "permanente"

Con un video diffuso dal sito del giornale di San Sebastiàn Gara, l’organizzazione separatista basca ETA ha dichiarato che la tregua avviata quattro mesi fa sarà trasformata in “permanente”: la notizia circolava come possibile da qualche settimana. Nel video uno dei tre uomini incappucciati annuncia che sarà un “processo democratico” a consentire il raggiungimento degli obiettivi dell’organizzazione, dai diritti della regione alla sua indipendenza.

L’ETA ha deciso di dichiarare un cessate il fuoco permanente e generale che sarà verificabile dalla comunità internazionale. Questo è il fermo impegno dell’ETA verso un processo per ottenere una soluzione duratura e verso la fine del confronto armato. È arrivato il tempo di comportarsi con responsabilità storica. L’ETA chiede ai governi di Spagna e Francia di mettere fine a tutte le misure repressive e lasciare da parte una volta per tutte le loro posizioni di negazione della nazione basca. L’ETA continuerà la sua infaticabile battaglia per promuovere e portare a conclusione il processo democratico fino a che nella nazione basca non ci sarà una situazione realmente democratica.

//