Le novità di Flipboard

L'applicazione che trasforma i social network in una rivista ora offre le anteprime delle pagine

Inserite anche le compatibilità con Google Reader e Flickr

Nei suoi primi cinque mesi là fuori, sugli iPad di centinaia di migliaia di utenti, Flipboard è diventata una delle applicazioni di maggior successo del 2010. L’app consente di trasformare i contenuti condivisi dai propri amici sui social network in una sorta di rivista personalizzata, un magazine che consente di scorrere testi, immagini e video in un formato organizzato per dare il meglio sul tablet di Apple. La prima versione di Flipboard fu diffusa alla fine di luglio e, nelle ultime settimane, i responsabili dell’applicazione hanno messo a disposizione degli utenti alcuni importanti aggiornamenti per arricchire ulteriormente le funzionalità del sistema.

Google Reader

Fin dalla prima versione dell’applicazione, la possibilità di accedere ai contenuti di Google Reader è stata la richiesta inviata più di frequente agli sviluppatori di Flipboard dagli utenti. Basta inserire le tue credenziali di accesso al servizio di Google e l’applicazione provvede a impaginare i post dei vari feed cui sei iscritto, rendendo più semplice la lettura dei contenuti. Da Flipboard non si possono aggiungere nuovi feed, ma in compenso ci sono tutte le altre principali funzionalità di Google Reader come la possibilità di vedere i contenuti condivisi dai propri amici e contrassegnare i post più interessanti con un segnalibro. Il sistema consente anche di inserire i commenti direttamente dalla versione reimpaginata dei post, senza dover per forza visitare il sito web sul quale è stato pubblicato il contenuto.

Anteprime
Flipboard riorganizza le pagine web spostando testi, immagini e altri contenuti. Questo rende più semplice la lettura sugli iPad, ma modifica sensibilmente il modo in cui i gestori dei siti web hanno deciso di offrire i loro contenuti, pubblicità compresa. Per evitare lamentele da parte di chi detiene i diritti sui testi, quelli di Flipboard hanno deciso di aggiungere le anteprime delle pagine web reali, non riorganizzate dall’applicazione, in una fascia collocata in basso in ogni schermata. In pratica, il sito web originale viene caricato in secondo piano, così da essere consultabile con un semplice tocco delle dita.

La nuova funzionalità cerca di risolvere il problema posto da molti editori, che temono che applicazioni come Flipboard e altri aggregatori possano portate a una riduzione delle pagine viste e quindi a minori guadagni legati alla pubblicità. Se Flipboard si limitasse a farti leggere i feed, non visiteresti mai il sito originale. Caricando le pagine web in secondo piano, l’applicazione consente agli editori di mantenere le pagine viste e di avere maggiore visibilità.

La logica delle anteprime è stata applicata a tutti i servizi coperti da Flipboard e non solo alla nuova funzione per Google Reader. Questo significa che i link verso i contenuti condivisi dai tuoi amici sui social network portano all’apertura delle pagine web corrispondenti in secondo piano.

1 2 Pagina successiva »