• Mondo
  • martedì 23 Novembre 2010

La Corea del Nord attacca un’isola del Sud

L'isola sudcoreana di Yeonpyeong è stata colpita da numerosi colpi di artiglieria, decine di case distrutte e due morti

L'attacco è partito in risposta alle esercitazioni militare sudcoreane vicino al confine

Un punto della situazione: gli attacchi nordcoreani all’isola Yeonpyeong hanno ucciso due soldati e ferito altre sedici persone, tra cui diversi civili; la Corea del Sud ha risposto al fuoco e messo in azione gli aerei da combattimento, la Corea del Nord non ha comunicato eventuali vittime; Pyongyang ha accusato la Corea del Sud di aver sparato per prima in occasione di esercitazioni militari sul confine; la comunità internazionale, compatta, ha criticato l’attacco della Corea del Nord, e anche l’unico alleato di Pyongyang, la Cina, ha espresso preoccupazione per quanto successo e invitato i due paesi a raggiungere un accordo di pace.

– — –

12.28. Il ministro degli esteri britannico William Hague ha rilasciato una dichiarazione in cui condanna l’attacco nordcoreano.

12.18. Secondo Reuters la Corea del Sud avrebbe confermato le esercitazioni militari sul confine, avvenute prima dell’attacco.

11.58. La Corea del Sud ha proibito ai suoi cittadini di andare in Corea del Nord.

11.55. La BBC riporta la dichiarazione di Kim, residente nell’isola attaccata:

“Ero a casa quando sono stato sorpreso dal suono delle esplosioni. Appena sono uscito di casa ho visto l’intero villaggio a fuoco. Ora non sono più al rifugio con gli altri abitanti, ma sono ancora scosso dalla paura.”

11.44. Tania Branigan del Guardian conferma che l’attacco nordcoreano è arrivato in seguito alle esercitazioni militari della Corea del Sud vicino al confine. Il Korea Herald scrive che questa mattina la Corea del Nord ha inviato un fax a Seoul spiegando che “non sarebbe rimasta a guardare” le esercitazioni sudcoreane.

11.41. La Corea del Nord dice di essere stata provocata: “nonostante i nostri avvertimenti, la Corea del Sud ha iniziato a sparare decine di colpi a cui abbiamo reagito immediatamente”.

11.27. Il ministro degli esteri russo ha criticato l’attacco della Corea del Nord.

11.20. La Corea del Sud avverte che, in caso di nuovi attacchi, risponderebbe “duramente” a Pyongyang. “Gli attacchi contro i civili non possono più essere tollerati.”

11.15. Questo video è apparso pochi minuti fa su YouTube, e dice di ritrarre missili partiti da Seoul. Non possiamo garantire sulla sua autenticità.
https://www.youtube.com/watch?v=eNxqRJl2AE8
11.07. Reuters riporta che la Corea del Nord avrebbe accusato la Corea del Sud di aver sparato per prima.

10.52. La Corea del Sud terrà una riunione per discutere delle conseguenze economiche dell’attacco. Saranno presenti membri del ministero delle finanze e il direttore della banca centrale.

10.50. La Casa Bianca ha “condannato fermamente” gli attacchi nordocoreani, ponendosi pubblicamente in difesa della Corea del Sud e della pace nella regione.

10.41. Uno dei tre soldati feriti gravemente è morto, portando a due il numero delle vittime.

10.33. La posizione dell’isola rispetto al confine contestato tra i due paesi.

10.27. La Cina, l’unico grande alleato della Corea del Nord, ha espresso “preoccupazione” per la notizia dell’attacco, convocando una riunione dei maggiori stati orientali per fermare il programma nucleare nordcoreano e riportare stabilità nella regione.

10.15. Un portavoce sudocreano ha detto che «almeno 50 colpi d’artiglieria hanno colpito l’isola, ferendo almeno quattro residenti. Decine di case sono in fiamme, e tutti i 1.600 abitanti dell’isola sono stati evacuati in rifugi.»

10.12. Altre immagini dalla CNN.
https://www.youtube.com/watch?v=47kDIUtoGrg

1 2 3 Pagina successiva »