• TV
  • martedì 4 maggio 2010

La rassegna stampa di Mineo cancellata da Raitre

"Il caffè" andrà in onda solo su Rainews24

Mineo: "Decisione inspiegabile, avevamo raddoppiato gli ascolti"

La Rai ha deciso di cancellare dal palinsesto di Raitre la rassegna stampa mattutina di Corradino Mineo, “Il caffè”, che andava in onda da ormai diversi anni dalle sette alle nove del mattino. Si trattava certamente di una rassegna stampa atipica, descritta così dal Secolo di oggi, che intervista a questo proposito il direttore di Rainews24.

Giornali locali, quotidiani di partito, organi di cooperative, messi tutti sullo stesso piano. Ma anche media e servizi internazionali. Un’operazione di informazione completa, che non si ferma quindi ai soliti noti. Allo stesso modo non si ferma alle solite facce l’intervista all’ospite di turno (politico o giornalista) effettuata con criteri rigorosamente bipartisan nello spirito di un autentico servizio pubblico. Un dato confermato dal fatto che negli ultimi tre anni, Rainews24 non è mai stata oggetto di censure o provvedimenti da parte delle autorità che presiedono alla correttezza e al pluralismo dell’informazione. Ma da ieri Il Caffè non è più visibile su Rai tre. Chi vorrà vederlo dovrà cercare Rainews24 sul digitale terrestre o sul satellite.

Mineo dice di non avere avuto spiegazioni relativamente alla decisione dell’azienda, anche perché i risultati di ascolto erano eccellenti – “In quello spazio Raitre aveva il cinque per cento di share ora siamo al dieci” – e i costi del programma sono praticamente nulli.

“Mi è stato detto che Rainews24 è un canale che ha raggiunto la sua maturità e che non ha più bisogno di avere una vetrina su Raitre. Ma io non sono d’accordo: il passaggio al digitale terrestre è tutt’altro che completato e non capisco le ragioni di tanta fretta. Lo spostamento riduce pesantemente la visibilità del canale”.

Il direttore di Rainews24 approfondisce la questione sul suo blog, raccontando qualche dettaglio in più.

La Direzione per i Palinsesti, che coordina l’offerta dei diversi Canali, comunicandoci le decisioni prese, ha spiegato che Rainews trasmette già sul digitale terrestre e sarebbe stato ridondante continuare a occupare pure lo spazio di RaiTre. Ma il passaggio al digitale non sarà completato prima di Dicembre, perchè non aspettare qualche mese? Tanto più che nei mesi estivi, dall’11 luglio all’11 settembre, quando i giornalisti prendono le loro ferie, la Rai ha già deciso di riaffidarci la finestra sulla Terza Rete fino alle 8,15, al posto di Buongiorno Italia, Buongiorno Regione e, per un quarto d’ora di Rai Educational.

Mistero, dunque. Qualcuno, che pensa male, va insinuando che si sarebbe voluto togliere visibilità alla Testata per favorire, in futuro, una più agevole ristrutturazione – omologazione di Rainews. Mi parrebbe singolare : per togliere di mezzo un Direttore non c’è bisogno di danneggiare un Testata del gruppo a tutto vantaggio della concorrenza, che, in questo caso, si chiama poi Sky!

Dunque, poichè non capiamo e siamo ostinati, continueremo tutte le mattine con il caffè. Con la nostra lettura – confronto dei giornali in edicola e di quelli della stampa internazionale. In più ci inventeremo una nuova trasmissione: alle 20 (sul digitale terrestre e il satellite) per provare a fare noi un bilancio della giornata informativa, un paio di ore prima della “chiusura” dei grandi quotidiani. Certo, sarà un punto “povero”. A quell’ora tutti i collegamenti sono dedicati ai Tg generalisti, ma con qualche idea e qualche gentile ospite, potremo provare.

(foto: Rai)

Mostra commenti ( )