Facebook si allarga: bignami delle novità

Le novità mirano a estendere la presenza di Facebook oltre il social network

Facebook cambia faccia e colonizza il web, o quasi. Mark Zuckerberg, il cofondatore del social network, ha confermato l’introduzione di alcune modifiche per estendere la presenza di Facebook sulla rete durante la conferenza F8. Parte delle novità erano già state anticipate da un articolo del New York Times, ora però ci sono maggiori dettagli per non perdersi tra like, barre degli strumenti e faccende legate alla privacy.

Mi piace!
La funzione “Mi piace”, molto utilizzata per esprimere il proprio gradimento sui contenuti pubblicati nel social network, è stata estesa a tutti i siti web che adottano la piattaforma di Facebook.  Cliccando sul tasto “Like / Mi Piace” sui siti esterni, indichi che una cosa che hai visto online ti piace e puoi condividerla con gli altri tuoi contatti sul social network. A seconda delle impostazioni della privacy, ognuno potrà scegliere se rendere pubbliche o meno le preferenze anche sul proprio profilo.

Facce
L’immagine utilizzata nel proprio profilo potrà comparire sui siti web che utilizzano la funzione “Mi piace”. Negli intenti dei responsabili di Facebook, questo renderà più familiare la consultazione dei contenuti online favorendo anche la loro condivisione tra gruppi di amici. Anche in questo caso le impostazioni sulla privacy consentiranno di limitare la pervasività del sistema.

Login addio
Per esprimere le preferenze sui siti web basterà aver effettuato il login su Facebook. Non sarà dunque necessario inserire in ogni sito web le proprie credenziali, cosa che dovrebbe rendere più immediato l’utilizzo della nuova funzione.

Toolbar
Facebook cercherà di essere il più presente possibile negli altri spazi online. I siti web potranno inserire una barra degli strumenti nelle loro pagine, consentendo ai lettori di inserire e condividere i loro commenti. La toolbar attiverà anche la chat di Facebook per interagire in tempo reale con i propri amici, salvo qualcuno ci tenga davvero.

Ok, ma la privacy?
Ogni utente potrà decidere se rendere pubbliche o meno le proprie attività sui siti web esterni, ma alcune impostazioni saranno probabilmente introdotte come predefinite e dunque occorrerà tenere d’occhio le impostazioni sulla privacy del proprio profilo (uno clicca qui e controlla).

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.