La copertina di Time sul nuovo grosso guaio di Trump

La copertina di Time sul nuovo grosso guaio di Trump

La copertina del prossimo numero della rivista Time sarà dedicata a Donald Trump, anche se nella copertina non lo si vede in volto. Si capisce che è lui perché quello che si vede è il suo ufficio alla Casa Bianca. L’immagine lo mostra quasi completamente sott’acqua, con la scritta “In deep” (che vuol dire “in profondità” ma in questo caso può essere tradotta come “dentro fino al collo”). Il riferimento è alle condanne del 21 agosto a due suoi ex collaboratori: l’ex capo del comitato elettorale di Trump, Paul Manafort e l’ex avvocato personale e amico di Trump, Michael Cohen, che hanno messo il presidente americano in grossissima difficoltà.

La copertina è stata realizzata da Tim O’Brien ed è una sorta di sequel di altre due copertine da lui realizzate nel febbraio 2017 e nell’aprile 2018.

Per fare la spesa in Venezuela servono montagne di banconote

Per fare la spesa in Venezuela servono montagne di banconote

In Venezuela – un paese da anni alle prese con una gravissima crisi economica e politica – l’inflazione è da tempo a valori altissimi e si stima che quest’anno i prezzi dei beni nel paese aumenteranno in media di un milione per cento. Significa che – semplificando – i prezzi di ogni cosa raddoppiano ogni 20-30 giorni. Un fotografo di Reuters ha provato a mostrare cosa voglia dire, in pratica, questa situazione, fotografando insieme una serie di prodotti alimentari e i soldi che servono per comprarli.

Per provare a ridurre l’inflazione, il governo ha recentemente svalutato la sua moneta “togliendo” da ogni banconota 5 zeri e legando il valore del bolivar venezuelano a una criptovaluta creata dal governo e a sua volta legata alle estrazioni di petrolio, di cui è molto ricco il paese.

La sfortunata svista di una giornalista di SkyTg24

La sfortunata svista di una giornalista di SkyTg24

Sta circolando molto da alcune ore su Internet il video di un servizio andato in onda su SkyTg24 in diretta da Genova, in cui una giornalista non riconosce il sindaco della città. L’intervistatrice, che si trovava in piazza De Ferrari durante una manifestazione in sostegno delle vittime del crollo del ponte Morandi, mostra una serie di biglietti di solidarietà lasciati a terra; poi si avvicina a uno dei passanti per avere un commento, non riconoscendo che si tratta di Marco Bucci, sindaco di Genova dal 2017, e gli chiede se sia genovese. «Sono il sindaco, veda un po’ lei» è la risposta di Bucci.

Nuovo Flash