Il re Carlo III e Camilla, la regina consorte, durante il funerale della regina Elisabetta II (Dominic Lipinski - WPA Pool/Getty Images)
  • Mondo
  • lunedì 19 Settembre 2022

Il funerale della regina Elisabetta II

Hanno partecipato 500 capi di stato, diplomatici e membri di altre famiglie reali: ora la regina verrà seppellita insieme al principe Filippo

Il re Carlo III e Camilla, la regina consorte, durante il funerale della regina Elisabetta II (Dominic Lipinski - WPA Pool/Getty Images)
Caricamento player

Dopo undici giorni di lutto, con numerose cerimonie in buona parte del Regno Unito, oggi a Londra c’è stato il funerale della regina Elisabetta II, morta l’8 settembre scorso dopo 70 anni e 214 giorni di regno. Alla cerimonia è seguito un lungo corteo funebre per le vie di Londra e un’ultima cerimonia nella cappella del Castello di Windsor, dove verrà sepolta insieme al principe Filippo.

Alla cerimonia funebre hanno partecipato circa 500 persone in rappresentanza di quasi tutti gli stati del mondo, oltre a membri di altre famiglie reali, in quello che è stato uno degli eventi istituzionali più importanti per il Regno Unito degli ultimi decenni. Per molti è stata la prima occasione per incontrare re Carlo III, che ha automaticamente assunto i poteri che erano della sovrana, ma la cui cerimonia di incoronazione non avverrà probabilmente prima del prossimo anno.

L’Italia è stata rappresentata dal presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, accolto a Buckingham Palace, la sede londinese della monarchia britannica, domenica 18 settembre da re Carlo III con la regina consorte Camilla per «un ricevimento formale pre esequie». Tra i partecipanti al funerale ci sono stati anche il presidente francese Emmanuel Macron, quello tedesco Frank-Walter Steinmeier e il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, accompagnato dalla moglie Jill.

Ci sono stati anche il vicepresidente della Cina, Wang Qishan, il primo ministro canadese Justin Trudeau, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, il presidente irlandese Michael D. Higgins, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e numerosi altri capi di stato e primi ministri. Non ci sono stati invece rappresentanti dalla Russia, per via delle sanzioni economiche decise dal Regno Unito nei confronti del paese in seguito all’invasione dell’Ucraina.

C’erano inoltre i rappresentanti delle principali famiglie regnanti europee, in alcuni casi imparentate con i Windsor, attuale famiglia regnante nel Regno Unito. Tra i tanti invitati regali c’erano re Filippo VI e la regina Letizia di Spagna, accompagnati dall’ex re spagnolo Juan Carlos con la moglie Sofia, re Guglielmo Alessandro dei Paesi Bassi con la regina Máxima, re Filippo del Belgio con la regina Mathilde, la regina Margherita II di Danimarca, re Carlo XVI Gustavo di Svezia con la regina Silvia e l’imperatore giapponese Naruhito con la moglie Masako.

Al termine dell’ultima cerimonia, quella che si è svolta nella cappella di San Giorgio, la bara di Elisabetta II è stata trasferita nella cripta della cappella, dove verrà seppellita insieme al principe Filippo.

– Leggi anche: La complessa eredità storica di Elisabetta II