(Lenovo)

20 invenzioni del 2021

Tra le 100 scelte da Time: alcune salvano vite e cambiano il mondo, altre hanno obiettivi ben più modesti

(Lenovo)

Come ogni anno, la rivista statunitense Time ha scelto le 100 migliori invenzioni dell’anno che sta per finire. La lista è messa insieme valutando proposte dei lettori e sulla base delle varie esperienze e competenze dei redattori. È un elenco vario, in cui il concetto di invenzione è preso molto alla larga: ci sono cose che davvero stanno cambiando il mondo o che potrebbero farlo in futuro e altre che nel loro piccolo hanno reso più pratico, piacevole o divertente un certo contesto. Tra le invenzioni scelte, molte hanno a che fare con scienza e tecnologia, ma ce ne sono altre più legate al semplice marketing. Ogni invenzione, ha scritto Time, è stata valutata in base a più fattori, compresi «l’originalità, la creatività, l’efficacia, l’ambizione e l’impatto sul mondo».

Ne abbiamo selezionate alcune, presentate in breve e senza troppi tecnicismi, scelte cercando di mantenere la varietà generale della lista di Time. Certe, come i vaccini contro il coronavirus, sono già finite nelle nostre vite; altre potrebbero arrivarci tra qualche anno, altre potrebbero più semplicemente essere originali regali di Natale, non fosse che ormai è tardi per quest’anno (e in certi casi costano sicuramente troppo).

Un software per le perlustrazioni industriali
Percepto AIM è un software che grazie a droni e robot di vario tipo permette di ispezionare a distanza – con cadenza e percorsi prestabiliti – strutture industriali di vario genere, centrali elettriche o raffinerie. Dopo ogni ispezione, il software permette inoltre di raccogliere dati e informazioni, così da tenere la situazione il più possibile sotto controllo. Potrebbe rivelarsi molto utile nell’evitare malfunzionamenti, perdite o incendi, spesso dalle gravissime conseguenze.

Una sedia a rotelle salva spazio
Revolve Air è una sedia a rotelle pieghevole, con ruote a prova di foratura, che permette di risparmiare spazio nel trasporto (ci sta per esempio nelle cappelliere di un aereo) e garantisce grande praticità d’uso. L’ha sviluppata Andrea Mocellin, che ha lavorato in Ferrari e di cui Time ha scritto che «sa come fare cose veloci». Non è ancora disponibile sul mercato ma dovrebbe arrivarci nel 2022, e già l’hanno prenotata più di 10mila persone. Il costo base previsto è di circa duemila euro.

Un dispositivo per lavare i capelli con meno acqua
Sviluppato da L’Oréal con l’obiettivo di far risparmiare acqua, per ora ai parrucchieri, ma nel prossimo futuro anche ai privati. Si chiama per l’appunto Water Saver, si collega a normali lavandini e fa soprattutto due cose: miscela direttamente l’acqua con lo shampoo o il balsamo e rilascia l’acqua in gocce piccolissime, così da permettere un risparmio che può arrivare fino all’80 per cento. Come mostra il video, è prevista una versione domestica.

Case stampate, forse su Marte
Sviluppato dall’azienda texana ICON, il sistema Vulcan sfrutta la stampa 3D per realizzare edifici in un materiale noto come “Lavacrete”. ICON dice di poter stampare intere case in pochi giorni e fin qui ne ha costruite alcune decine, compresa una usata a Houston in una simulazione legata a future permanenze umane su Marte.

Una macchinina robot per possibili futuri programmatori
Sphero è un’azienda di robotica nota a qualcuno per il suo droide di Star Wars. Il suo nuovo prodotto si chiama indi ed è una cartoonesca macchinetta robot pensata per avvicinare i bambini (dai quattro anni in su) alla programmazione informatica, senza usare uno schermo. L’obiettivo, come ha detto uno degli ingegneri che se ne è occupato, era «portare concetti astratti nel mondo fisico». Il kit base costa circa 100 euro.

Il pesce vegetale
Kuleana è un’azienda che sta provando a fare con il pesce quello che con sempre migliori risultati (quantomeno per quanto riguarda il gusto) altri stanno facendo con la carne: produrre cioè pesce che non è pesce, perché fatto con ingredienti vegetali, ma che sa di pesce. Per ora i suoi prodotti – molti dei quali in forma di sushi o usati per i poké – si possono assaggiare solo negli Stati Uniti.

Un’innovazione per il doppiaggio
Flawless è una startup londinese che usa l’intelligenza artificiale per eliminare la discordanza tra le labbra che si muovono in una lingua (quella originale) e le parole che si sentono nel doppiaggio. Time ha scelto TrueSync, il software sviluppato da Flawless, perché sta provando a rivoluzionare «un procedimento che nell’ultimo secolo non è che sia cambiato granché». Ne avevamo parlato qui.

Google Maps Live View
«Per un pedone, orientarsi in una mappa con vista dall’alto non sempre è così facile», ha scritto Time. Potrebbe esserlo molto di più grazie a Live View, una modalità di Google Maps che sfrutta le fotocamere degli smartphone per allineare il mondo reale alle mappe di Google. Live View ancora deve arrivare in gran parte del mondo, ma i primi risultati promettono bene. Funziona così:

Un tappetino per lo yoga
Take From Mat è un prodotto dell’azienda Lululemon, costa circa 100 euro ed ha la particolarità di avere sulla sua superficie «segni tattili e tridimensionali che sembrano gocce d’acqua» e il cui scopo è aiutare chi fa yoga a stare nelle giuste posizioni senza guardarsi i piedi. Sono invenzioni anche queste.

Un motore di ricerca senza pubblicità
Si chiama Neeva, ci ha lavorato un gruppo di ex dipendenti di Google, e anziché finanziarsi attraverso la pubblicità vuole farlo tramite abbonamenti. Quello mensile costa poco meno di 5 dollari, e sono previsti tre mesi di prova gratuita. «È stato lanciato a maggio» ha scritto Time «e da allora si è guadagnato moltissimi apprezzamenti».

Occhiali per la realtà aumentata
I Lenovo ThinkReality A3 Smart Glasses costano 1.500 dollari e sono occhiali che si possono collegare a smartphone e computer e che nelle lenti hanno schermi ad alta definizione, che permettono di consultare una dopo l’altra fino a cinque schermate.

Lezioni offline
The Learning Passport è una piattaforma, sviluppata da Microsoft in collaborazione con UNICEF, per offrire agli studenti senza una connessione internet domestica la possibilità di seguire le lezioni offline. I docenti le caricano, e per guardarle in differita non serve raggiungere velocità di download elevate come per quelle in streaming. È altamente personalizzabile, così che ogni docente possa caricare lezioni di diverso tipo e in diverse lingue. La stanno giù usando più di un milione di allievi di 13 paesi diversi.

Una mappa del mondo più precisa
Come molti probabilmente sanno, le mappe del mondo a cui siamo abituati non sono accurate, nel senso che presentano alcune distorsioni nelle vere grandezze di diversi paesi (in realtà, la Russia è più stretta dell’Africa, per esempio). La Gott-Goldberg-Vanderbei Projection degli astrofisici J. Richard Gott, David Goldberg e Robert è invece molto più affidabile. Si può vedere qui.

Un sistema di comunicazione a conduzione ossea
Si chiama mobiWAN, è stato sviluppato da Mobilus Labs ed è un sistema con altoparlanti e microfono che sfrutta la conduzione ossea (che trasmette cioè vibrazioni sonore attraverso le ossa, senza isolare le orecchie dai suoni esterni). Può essere utile a chi deve lavorare in contesti rumorosi e, allo stesso tempo, parlare o ascoltare gli altri. È sul mercato da ottobre.

Un lettore di testi
OrCam Read è uno strumento pensato per aiutare chiunque abbia problemi di lettura. Costa un po’ più di 1.500 euro, risponde ai comandi vocali e grazie a un’avanzata fotocamera e all’intelligenza artificiale riesce a riprodurre in formato audio qualsiasi testo scritto, secondo Time «con una voce che suona sorprendentemente naturale».

Un sistema di messaggistica con delle priorità
«Un messaggio in cui un coniuge dice che ha la macchina in panne è ben più importante del video buffo di un amico», ha scritto Time, «eppure le app di messaggistica tendono a trattare tutti i messaggi allo stesso modo». BuzzBell è invece una piattaforma di messaggistica che permette di dare diversi livelli di priorità ai contatti. È gratuita ed è già stata scaricata più di 100mila volte.

La “Netflix della chirurgia”
GIBLIB è una piattaforma che produce e ospita lezioni, corsi, ricerche e contenuti in alta definizione che, tra le altre cose, mostrano e spiegano come fare operazioni chirurgiche. È riservata al personale medico e Time l’ha scelta per come e quanto potrebbe aiutare la formazione e la condivisione delle conoscenze tra chirurghi.

Un jet supersonico
«I viaggi aerei supersonici un tempo erano considerati il futuro», ha scritto Time. I problemi dei Concorde avevano fatto cambiare idea a molti su questa previsione, ma ora «grazie al XB-1», un jet supersonico di nuova generazione, molto meno problematico e inquinante dei Concorde, le cose potrebbero cambiare di nuovo. Anche nel migliore dei casi, bisognerà comunque aspettare anni prima di salirci.

I vaccini contro il coronavirus
«Usano tecnologie diverse e hanno ridotto i casi gravi di COVID-19, così come i ricoveri e le morti». A dire il vero, c’erano già nel 2020, ma è nel 2021 che hanno cambiato il mondo in meglio.

E quello contro la malaria
Si chiama Mosquirix e non ha avuto il suo impatto nei paesi più ricchi: ha salvato e potrà salvare tantissime vite specialmente in Africa. È il primo di sempre per la prevenzione della malaria: ci si lavorava dagli anni Ottanta e l’OMS lo ha approvato a ottobre.