(Paolo Pietrangeli durante la trasmissione di La7 "Propaganda Live", nel maggio del 2019)

È morto il cantautore e regista Paolo Pietrangeli

Era noto soprattutto per essere l'autore della canzone "Contessa", uno dei simboli del Sessantotto italiano: aveva 76 anni

(Paolo Pietrangeli durante la trasmissione di La7 "Propaganda Live", nel maggio del 2019)

È morto a 76 anni il cantautore e regista Paolo Pietrangeli, noto soprattutto per la canzone “Contessa” del 1966, diventata negli anni un simbolo dei movimenti di protesta del Sessantotto italiano. I giornali scrivono che era malato da tempo.

Era nato a Roma il 29 aprile del 1945 ed era figlio del regista Antonio Pietrangeli e di Margherita Ferrone. Aveva iniziato a scrivere canzoni negli anni Sessanta, e nel 1966 era entrato a far parte del gruppo musicale Nuovo Canzoniere Italiano.

Fu in quel periodo che compose “Contessa”, scritta nel corso di un’occupazione dell’Università La Sapienza di Roma: la canzone alterna strofe in cui s’immagina un dialogo tra due persone dell’alta borghesia (tra cui la Contessa del titolo) che commentano sdegnate uno sciopero in fabbrica, e strofe in cui invece gli operai inneggiano alla rivoluzione.

Il ritornello della canzone, in particolare, divenne molto popolare nel corso delle proteste di operai e studenti nel Sessantotto, come slogan cantato in molte manifestazioni:

Compagni dai campi e dalle officine
prendete la falce portate il martello
scendete giù in piazza picchiate con quello
scendete giù in piazza affossate il sistema

Negli anni seguenti Pietrangeli continuò a lavorare nella musica, ma cominciò anche a dedicarsi alla regia cinematografica. Debuttò nel 1974 con il documentario sul neofascismo italiano Bianco e Nero, e nel 1977 realizzò il film Porci con le ali, tratto dall’omonimo romanzo di Marco Lombardo Radice e Lidia Ravera. Lavorò anche come aiuto regista di Luchino Visconti in Morte a Venezia e di Federico Fellini in Roma.

Negli anni Ottanta abbandonò il cinema per dedicarsi alla televisione, realizzando per molti anni la regia del programma Maurizio Costanzo Show e di Amici di Maria De Filippi. A ottobre gli era stato assegnato il Premio Tenco ma non aveva potuto partecipare alla premiazione a causa della sua malattia.