Un cordone della polizia attorno al luogo in cui è stato ucciso David Amess (EPA/ANDY RAIN)
  • Mondo
  • sabato 16 Ottobre 2021

L’uccisione del deputato britannico David Amess è un atto di terrorismo

Lo ha detto la polizia, secondo cui la ragione dell'attacco potrebbe essere legata all'estremismo islamico

Un cordone della polizia attorno al luogo in cui è stato ucciso David Amess (EPA/ANDY RAIN)

La polizia britannica ha annunciato che l’assassinio del deputato conservatore David Amess, accoltellato venerdì pomeriggio a un incontro con gli elettori, è stato un atto di terrorismo, probabilmente legato all’estremismo islamico.

Amess, che aveva 69 anni ed era deputato del Partito Conservatore britannico, è morto dopo essere stato accoltellato più volte durante un incontro con i suoi elettori in una chiesa metodista di Leigh-on-Sea, in Essex, nel sud-est dell’Inghilterra. Subito dopo l’assassinio la polizia ha arrestato un uomo di 25 anni con cittadinanza britannica.

Qualche ora dopo, con un comunicato ufficiale, la polizia ha annunciato che l’attacco era stato dichiarato formalmente come un atto di terrorismo. Secondo le prime indagini l’uomo avrebbe avuto «un possibile movente legato all’estremismo islamico».

Secondo fonti del Guardian, le generalità dell’uomo corrisponderebbero a quelle di una persona che era già stata segnalata al programma “Prevent”, istituito dal governo britannico per tenere sotto controllo le persone a rischio di radicalizzazione.

Secondo il Telegraph, che ha ricostruito le dinamiche dell’attacco, la persona che ha ucciso Amess si trovava assieme ad altri all’interno della chiesa metodista di Leigh-on-Sea ad aspettare l’arrivo del deputato per il suo incontro periodico con gli elettori del luogo. In parlamento, i deputati sono protetti da polizia armata, ma per partecipare all’incontro di Leigh-on-Sea era sufficiente lasciare il proprio nome e cognome agli addetti. Fuori dalla porta della chiesa c’era un cartello con scritto «Qui sono tutti benvenuti».

Quando Amess è entrato nella chiesa, l’uomo si è fatto avanti e l’ha accoltellato. La polizia e diverse ambulanze sono arrivate quasi immediatamente. Amess è stato soccorso, ma è morto sul posto.

Sempre secondo il Telegraph, l’uomo che l’aveva accoltellato non avrebbe tentato di fuggire, e avrebbe atteso l’arrivo della polizia, lasciandosi arrestare.

Dopo l’arresto la polizia ha fatto perquisizioni in due edifici a Londra (che è piuttosto vicina alla località dove Amess è stato ucciso) ma in seguito ha comunicato che ritiene che l’uomo abbia agito da solo, e che non ci siano altri sospetti.

Amess era entrato nel parlamento britannico nel 1983 e rappresentava il collegio elettorale di Southend West dal 1997.

Parlando dell’attacco ad Amess, alcuni giornali hanno ricordato la parlamentare britannica laburista Jo Cox, che il 16 giugno del 2016 fu uccisa da un uomo che l’aveva aggredita in strada nel nord dell’Inghilterra, sparandole e ferendola ripetutamente con un coltello. L’uomo, il 52enne britannico Thomas Miar, era stato arrestato poco dopo.