(EPA/ Miguel Calero via ANSA)
  • Mondo
  • lunedì 20 Settembre 2021

La grande eruzione vulcanica a La Palma, alle Canarie

Sono state evacuate più di 5mila persone ma non ci sono feriti: è la prima eruzione degli ultimi 50 anni sull'isola

(EPA/ Miguel Calero via ANSA)

Attorno alle 15.10 di domenica c’è stata un’ampia eruzione nella catena vulcanica Cumbre Vieja, sull’isola di La Palma, nell’arcipelago spagnolo delle Canarie, alcune centinaia di chilometri a ovest del Marocco. Le autorità locali hanno detto che a causa dell’eruzione sono state evacuate tra le 5 e le 10mila persone nelle varie località che si trovano vicino al vulcano: per ora non si hanno notizie di feriti e sono stati accertati danni ad alcune decine di abitazioni.

L’eruzione di domenica è partita dalla Montaña Rajada, che si trova nella parte centrale dell’isola, in un’area boschiva disabitata; è stata preceduta da un lieve terremoto sentito in particolare a El Paso, a pochi chilometri di distanza, e si è liberata con una grande esplosione. Il comitato tecnico che si sta occupando di studiare l’evento ha poi spiegato che la lava sta fuoriuscendo da due fenditure a 200 metri di distanza l’una dall’altra.

Nell’arco del pomeriggio la Guardia civil – la polizia spagnola – ha evacuato centinaia di abitazioni nelle località di Tazacorte, Fuencaliente, El Paso, Mazo e Los Llanos de Aridane, dove vivono in totale circa 35mila persone, raccomandando ai residenti di chiudere finestre, porte esterne e gli impianti di gas ed elettricità prima di lasciare le loro case.

L’eruzione, che era stata anticipata da una serie di migliaia di lievi scosse a partire dallo scorso 11 settembre, ha provocato alcuni piccoli incendi nella zona boschiva attorno al vulcano. L’agenzia spagnola che si occupa della navigazione aerea, Enaire, ha raccomandato di vietare i voli sull’isola, ma per il momento non è stato ufficializzato alcun divieto. Per gestire la situazione è intervenuta anche l’unità militare di emergenza, come richiesto dal governo locale delle Canarie al ministero della Difesa.

Durante una conferenza stampa attorno alle 22.30 di domenica (le 23.30 in Italia) il presidente del governo delle Canarie, Ángel Víctor Torres, ha detto che il vulcano sta liberando dai 17 ai 20 milioni di metri cubi di lava, che sta fluendo verso la costa, dove si prevede che provocherà soltanto danni materiali.

Dal Quindicesimo secolo, momento in cui cominciò la conquista delle Canarie da parte della Spagna, sull’isola di La Palma ci sono state sette eruzioni, tutte nella zona del parco di Cumbre Vieja. Le più recenti erano state quelle del vulcano San Juan, nel 1949, e quella del Teneguía, nel 1971, che durarono rispettivamente 47 e 24 giorni.

– Leggi anche: I coniugi Krafft, vulcanologi spericolati