Il Senato ha approvato definitivamente il “decreto Green Pass” dello scorso luglio

Mercoledì pomeriggio il Senato ha approvato la conversione in legge del decreto del governo che lo scorso luglio aveva stabilito l’uso del Green Pass: hanno votato a favore in 189, mentre in 32 hanno votato contro e 2 si sono astenuti. Su questa votazione il governo ha posto la fiducia, a differenza di quanto aveva fatto la scorsa settimana alla Camera, motivo per cui erano stati presentati una serie di emendamenti da parte del principale partito di opposizione, Fratelli d’Italia, in parte condivisi e votati da alcuni deputati della Lega, che invece fa parte del governo. Il decreto era stato poi approvato con 259 voti a favore e 34 contrari.

Il cosiddetto “decreto Green Pass” è quello annunciato dal governo lo scorso 22 luglio, che rendeva il Green Pass necessario per accedere ai ristoranti al chiuso e in molti altri luoghi; successivamente l’obbligo era stato esteso anche sui trasporti a lunga percorrenza, per il personale scolastico e per gli studenti universitari, e poi ancora per tutti coloro che lavorano nelle scuole e nelle RSA.

– Leggi anche: La morale du Green Pass

(ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)