Lionel Messi la scorsa stagione in Barcellona-Celta Vigo (David Ramos/Getty Images)
  • Sport
  • venerdì 6 Agosto 2021

Lionel Messi lascia il Barcellona

I nuovi regolamenti finanziari del campionato spagnolo impediscono di procedere con il contratto: cambierà squadra dopo 21 anni

Lionel Messi la scorsa stagione in Barcellona-Celta Vigo (David Ramos/Getty Images)

Il calciatore argentino Lionel Messi lascerà il Barcellona, l’unica squadra in cui ha giocato in carriera, dopo ventuno anni. Lo ha annunciato giovedì sera il club catalano con un comunicato in cui ha scritto: «Nonostante le parti abbiano raggiunto un accordo e la chiara intenzione di firmare un nuovo contratto oggi stesso, questo non può più accadere a causa dei regolamenti della Liga spagnola sulla registrazione dei giocatori».

Messi, capitano, sei volte Pallone d’Oro e giocatore più vincente nella storia del Barcellona, era formalmente senza contratto dallo scorso 30 giugno. Nell’ultimo mese aveva negoziato il rinnovo, che avrebbe dovuto firmare proprio giovedì: i termini raggiunti soddisfacevano entrambe le parti. Ma dopo un cambiamento dell’ultima ora per il Barcellona non è stato possibile concludere la trattativa a causa dei limiti di spesa imposti dal campionato spagnolo, nonostante Messi avesse già accettato una netta diminuzione dell’ingaggio, pari al 50 per cento.

Il club catalano sta affrontando serie difficoltà economiche: ha debiti per oltre 1 miliardo di euro e perdite di centinaia di milioni. Per questi motivi, secondo le regole del campionato non può registrare nuovi giocatori se prima non taglia il suo monte stipendi di almeno 200 milioni di euro, scrive il New York Times. Nelle ultime settimane però non ha fatto cessioni significative, e anzi ha ingaggiato nuovi importanti e pagati giocatori, come gli attaccanti Sergio Aguero e Memphis Depay. Il presidente della Liga Javier Tebas è stato irremovibile nel non fare un’eccezione al tetto di spesa per Messi e il Barcellona.

Secondo la stampa spagnola e internazionale, tuttavia, il mancato rinnovo di Messi sarebbe stato condizionato dal rifiuto del Barcellona (e del Real Madrid) di rientrare nell’accordo raggiunto pochi giorni fa tra la Liga e il fondo d’investimento CVC Capital Partners, con quest’ultimo vicino all’acquisizione del 10 per cento del campionato spagnolo per 3 miliardi di dollari. Barcellona e Real Madrid sono anche le uniche tre squadre europee, insieme alla Juventus, ancora formalmente coinvolte nel progetto della Super Lega.

Ora le squadre europee potranno offrire le loro proposte di contratto a Messi senza dover pagare nulla al Barcellona. Ma non sono molti i club che se lo possono permettere: secondo il contratto fatto trapelare dalla stampa spagnola a gennaio, tra il 2017 e il 2021 Messi ha ricevuto dal Barcellona un massimo di 555 milioni di euro, tra salario fisso, bonus per obiettivi prestabiliti e diritti d’immagine. Sulla stampa sportiva, come destinazione di Messi si cita soprattutto il Paris Saint-Germain di proprietà qatariota, che sta spendendo più di ogni altra squadra in questa sessione estiva di calciomercato.

– Leggi anche: Le ambizioni sportive del Qatar