Il CEO di Apple, Tim Cook (Justin Sullivan/Getty Images)

Che cosa presenta oggi Apple

Secondo le anticipazioni circolate finora, nuovi iPad Pro più potenti e forse qualche novità per i Mac: le cose da sapere

Il CEO di Apple, Tim Cook (Justin Sullivan/Getty Images)

Martedì 20 aprile Apple terrà il primo atteso evento del 2021 nella sua sede di Cupertino, vicino a San Francisco (California), per presentare alcuni nuovi prodotti. A causa della pandemia, la presentazione sarà trasmessa in streaming e senza pubblico, come già avvenuto nell’ultimo anno: inizierà alle 19 (ora italiana).

Come avviene sempre in questi casi, Apple si è limitata ad annunciare il nuovo evento senza rivelarne il contenuto. Secondo i principali siti di tecnologia, la presentazione sarà dedicata per lo più agli iPad, con qualche altra novità che potrebbe anche riguardare i Mac e un dispositivo per non perdere traccia dei propri oggetti di cui si parla ormai da diversi anni.

iPad Pro
Apple aveva presentato l’ultima versione dei suoi iPad Pro, i tablet più potenti della categoria, nella primavera dello scorso anno, annunciando modelli simili a quelli dell’anno precedente e con poche funzionalità aggiuntive. Secondo le informazioni circolate finora, la società presenterà due nuovi modelli con schermi rispettivamente da 11 e da 12,9 pollici. L’iPad Pro con lo schermo più grande utilizzerà la tecnologia mini-LED su cui Apple lavora da diverso tempo.

Al di sotto degli schermi più diffusi per tablet e computer, gli LCD, c’è un pannello di piccole lucine (LED) che vengono utilizzate per rendere luminoso lo schermo. Il problema di questa soluzione è che in alcune circostanze non si ottiene un buon contrasto, perché le parti scure delle immagini restano comunque illuminate. L’inconveniente può essere superato utilizzando la tecnologia OLED che permette un maggiore controllo sull’illuminazione, ma che è più costosa specialmente se deve essere impiegata su schermi di dimensioni superiori a quelle di uno smartphone.

Come altri produttori, Apple ha quindi lavorato a una soluzione di compromesso che, come suggerisce il nome, prevede di produrre un pannello per l’illuminazione degli schermi costituito da LED molto più piccoli del normale, in modo da poterne regolare meglio la luminosità a seconda delle immagini da mostrare. Questa soluzione è promettente, ma richiede comunque qualche accortezza in più nella fase di produzione e per questo gli iPad Pro da 12,9 pollici potrebbero non essere disponibili da subito in grandi numeri.

Per il resto, i nuovi iPad Pro saranno esteticamente molto simili agli attuali, mentre al loro interno avranno processori più potenti. Secondo le fonti consultate da Bloomberg, funzioneranno con un processore simile a M1, introdotto lo scorso anno per alcuni computer di Apple con un notevole miglioramento delle loro capacità di calcolo. Dovrebbero inoltre essere presenti fotocamere con una migliore definizione rispetto alle attuali.

iPad Mini
Sugli iPad di minori dimensioni non ci sono molte certezze, ma il fatto che non ricevano un aggiornamento da oltre due anni potrebbe essere un buon indizio sull’arrivo di qualche novità. Gli iPad Mini attuali hanno sostanzialmente lo stesso design da una decina di anni e i modelli più recenti del 2019 impiegano un processore A12, ormai ampiamente superato.

I margini per presentare qualche novità ci sono e potrebbero riguardare anche lo schermo. I modelli attuali hanno ancora una cornice piuttosto spessa, che potrebbe essere ridotta consentendo di avere uno schermo più grande senza modificare le dimensioni esterne degli iPad Mini. Si parla del passaggio a uno schermo da 8,5 pollici rispetto a quelli attuali da 7,9 pollici.

Apple Pencil
L’evento si chiama “Spring Loaded”, con un gioco di parole su “spring” che in inglese significa sia “primavera” sia “molla”.

Il riferimento è probabilmente a un nuovo modello di Apple Pencil, lo stilo per disegnare sugli schermi degli iPad e che dovrebbe ricevere un nuovo aggiornamento, con l’aggiunta di una molla nella sua punta. La modifica dovrebbe rendere lo stilo ancora più sensibile alla pressione che viene esercitata sullo schermo mentre si disegna, e che si riflette poi sullo spessore delle linee tracciate. Penne di questo tipo prodotte da altre aziende utilizzano già da tempo soluzioni analoghe.

Mac
Sui nuovi modelli di Mac ci sono meno certezze, che derivano in parte dal fatto che l’evento dedicato ai computer Apple e al loro sistema operativo (macOS) avviene solitamente a giugno. Apple ha però iniziato a rinnovare buona parte dei propri computer negli ultimi mesi, con l’introduzione dei processori M1 sviluppati direttamente dall’azienda, e in sostituzione di quelli forniti da Intel.

In autunno Apple aveva aggiornato i portatili MacBook Air e MacBook Pro con M1, e aveva poi fatto altrettanto con il Mac Mini, piccolo computer da scrivania. Ora potrebbe essere il turno di un nuovo iMac con M1 e forse di versioni più potenti dei MacBook Pro, ma potrebbero esserci solo anticipazioni in attesa del tradizionale evento di giugno.

AirTag
Da anni si dice che Apple sia al lavoro per realizzare un tracker per gli oggetti, cioè un piccolo dispositivo da applicare a chiavi, zaini, borse o mazzi di chiavi per ritrovarli tramite il proprio smartphone, nel caso in cui siano stati persi da qualche parte.

(9to5mac.com)

Il dispositivo dovrebbe chiamarsi AirTag e avere un design essenziale: un piccolo disco con un sistema di aggancio per assicurarlo ai propri oggetti da tenere sotto controllo. Apple ha già un’applicazione per ritrovare i propri Mac, iPad e iPhone, e potrebbe sfruttarla anche per questo nuovo tipo di dispositivo. Gli analisti danno per certo che Apple debutti anche in questo settore, ma una data per l’annuncio non è ancora chiara e ci sono dubbi possa avvenire martedì.

AirPods
Apple sta lavorando a una nuova versione dei suoi auricolari senza fili, non è chiaro se però farà qualche annuncio in merito durante l’evento.

Apple TV
Il dispositivo da collegare al televisore per vedere contenuti in streaming non riceve un vero e proprio aggiornamento da quasi 4 anni, nonostante il suo modello più costoso continui a essere venduto a oltre 200 euro, un prezzo molto alto rispetto a prodotti simili della concorrenza.

(Mark Lennihan, AP Images)

Un nuovo modello avrà un processore più veloce, un telecomando rivisto rispetto all’attuale poco gradito dagli utenti perché ritenuto scomodo e funzioni per una migliore resa delle immagini. Gli analisti segnalano che il prezzo dovrebbe essere ridotto per rendere il prodotto più competitivo, ma Apple è tradizionalmente restia a ridurre i prezzi.

iOS 14.5
È probabile che Apple confermi la diffusione di un nuovo aggiornamento di iOS, il sistema operativo per gli iPhone e (con qualche differenza) per gli iPad. Potrebbe essere uno degli ultimi aggiornamenti significativi in attesa della presentazione del nuovo iOS 15 il prossimo giugno. La versione 14.5 porterà diverse novità compresa una nuova funzione per limitare il tracciamento delle proprie attività da parte delle applicazioni, che lo fanno soprattutto a fini commerciali.

Imprevisti
Apple potrebbe riservare qualche altra sorpresa che esperti e siti di tecnologia non hanno previsto per la presentazione. Da qualche mese di parla di un visore per la realtà virtuale, ma i tempi sembrano essere ancora prematuri.