Una canzone di Josh Rouse

Nato in uno dei posti col nome più bello del mondo

(Photo by Erika Goldring/Getty Images for Americana Music)

Le Canzoni è la newsletter quotidiana che ricevono gli abbonati del Post, scritta e confezionata da Luca Sofri (peraltro direttore del Post): e che parla, imprevedibilmente, di canzoni. Una per ogni sera, pubblicata qui sul Post l’indomani, ci si iscrive qui.
Domenica c'è un concerto in streaming di Andrea Laszlo De Simone, di cui abbiamo parlato qui (e ne hanno parlato molti) soprattutto per Vivo.
C'è un disco uscito da due mesi che sta venendo molto apprezzato, di Celeste: lei è inglese, questo è il suo primo disco (ma si è fatta notare con dei singoli negli anni passati), alcune canzoni sono belle (Ideal woman, per esempio) anche se la sua voce potrebbe meritare di meglio ancora, secondo me. Il disco è qui su Spotify. Lei, che ha 25 anni, finora aveva cantato con altri e ha fatto la canzone in coda a The trial of the Chicago 7, il film di Aaron Sorkin candidato all'Oscar, e la canzone pure: qui invece fa You do something to me di Paul Weller, con Paul Weller.

Abbonati al

Questa pagina fa parte dei contenuti visibili agli abbonati del Post. Se lo sei puoi accedere, se non lo sei puoi esserlo.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.