La Commissione Europea ha concordato la fornitura di altri 300 milioni di dosi del vaccino di Moderna

Il 17 febbraio la Commissione Europea ha annunciato di aver stipulato un contratto con l’azienda statunitense di biotecnologie Moderna per una fornitura di altri 300 milioni di dosi del suo vaccino contro il coronavirus. La presidente della Commissione, Ursula von der Leyen, ha spiegato che il contratto prevede che 150 milioni di dosi arrivino nel 2021 e altri 150 milioni nel 2022.

La notizia del nuovo contratto con Moderna è arrivata poco dopo che Pfizer-BioNTech, l’azienda che produce il vaccino al momento più diffuso in Europa, aveva annunciato di aver raggiunto un accordo con l’Unione Europea per la fornitura di altri 200 milioni di dosi del proprio vaccino. Le nuove dosi verranno distribuite agli stati membri nel corso del 2021 e si aggiungono ai 300 milioni di dosi di un precedente accordo. Il nuovo accordo prevede che la Commissione Europea possa richiedere ulteriori 100 milioni di dosi.

– Leggi anche: I più grandi produttori di vaccini, senza vaccino

Le cose da sapere sul coronavirus

Vuoi capire meglio cosa succede in Europa?

(Michael Sohn - Pool/Getty Images)